Mousse Goduriosa - La Fucina Culinaria
373
post-template-default,single,single-post,postid-373,single-format-standard,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Mousse Goduriosa

Pinella con la sua/mia variazione della mousse ai due cioccolati,mi ha fatto tornare in mente una mousse ai tre cioccolati portata ad un raduno di Coquinaria.
La foto,penso,sia esplicativa del nome con cui l’ho ribattezzata!
Da Bittersweeet di Alice Medrich
(uno dei miei acquisti su Amazon…è un libro spettacolare!)
Da provare assolutamente
Non è la solita mousse,la lavorazione dei tre tipi di cioccolato fa si che ogni strato abbia una consistenza e un “carattere “differente,assaggiati insieme poi “fanno godere” tutte le papille gustative!
Con le dosi indicate nella ricetta che vi riporterò sono venute due coppe come quella della foto, credo che se la fate per dessert (come unico dessert) questi quantitativi vadano bene per 10-12 persone.
Mousse Goduriosa ai tre cioccolati
I° strato (inferiore):
MARQUISE AL CIOCCOLATO FONDENTE
INGREDIENTI:
230g di cioccolato fondente finemente tritato
115g di burro a pezzetti
4 uova grandi
50g di zucchero
60 ml di acqua
PROCEDIMENTO:
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il burro, mescolando fino ad ottenere una crema omogenea. Togliere dal fuoco.
Nel frattempo sbattere leggermente le uova con lo zucchero (non far fare la schiuma),unire l’acqua e cuocere sul fuoco (sarebbe meglio a bagnomaria) fino a raggiungere i 70-75°C .Questa è una simil crema inglese, se non si ha il termometro, si deve tenere sul fuoco fino a quando inizia ad addensare.Attenzione: tende a “impazzire”molto facilmente.
Versare la crema calda nella ciotola del Kitchen o del Ken e con la frusta montare il composto alla massima velocità fino a quando non si è raffreddato (circa 5 min).
Aggiungere in più volte la crema di burro e cioccolato e mescolare molto delicatamente con una spatola.
Versare il composto nella ciotola che porterete in tavola, arrivando fino a metà della sua capienza e mettere in frigo.
II° strato (centrale ):
MOUSSE AL GIANDUIA
INGREDIENTI:
125g di cioccolato gianduia finemente tritato
30 ml di acqua
180g di panna montata
PROCEDIMENTO:
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con l’acqua, mescolando fino ad ottenere una crema omogenea.
Togliere dal fuoco ed appena si è leggermente raffreddato incorporare la panna montata.
Versare il composto nella ciotola sopra al primo strato.
III° strato (superiore):
MOUSSE AL CIOCCOLATO BIANCO ed ARANCIA
INGREDIENTI:
125g di cioccolato bianco finemente tritato
30 ml di Cointreau o Grand Marnier
½ cucchiaino di scorze di un’arancia finemente tritate
180g di panna montata
PROCEDIMENTO:
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il liquore, mescolando fino ad ottenere una crema omogenea.(Attenzione: il cioccolato bianco tende ad impazzire molto molto facilmente)
Togliere dal fuoco ed appena si è leggermente raffreddato incorporare la panna montata e le scorze di arancia.
Versare il composto nella ciotola sopra agli altri due strati e livellare e rimettere in frigo.
Al momento di servirla si può decorare con frutta caramellata,scorze di arancia candite decorazioni di cioccolato,cos’ dice l’autrice. Io avendo poco tempo ho usato una tegolina del dolce.
.
3 Comments
  • Molto guduriosa.
    Grazie.
    Ora tra questa e le varianti di Pinella è crisi aperta su quale scegliere per prima.
    Mi toccherà sacrificarmi e provarle tutte.

    16 Luglio 2008 at 8:18
  • ops credo che uno di quei cucchiai che cercava la bavarese goduriosa fosse il mio !!!!!
    confermo il G O D U R I O S A !!!!!

    27 Luglio 2008 at 10:09
  • Devo ringraziarti per la ricetta della marquise di cioccolato fondente.
    Adoro i dolci al cucchiaio e qui in Nepal non sono fattibili. Le uova crude non si possono usare, troppo rischioso e la panna fa schifo (oltre ad essere pericolosa sa di formaggio). La tua marquise non presenta nessuno dei due inconvenienti.
    Ciao Niki

    27 Luglio 2008 at 12:14

Post a Comment