MTC n°63: Pollo fritto tex mex - La Fucina Culinaria
7504
post-template-default,single,single-post,postid-7504,single-format-standard,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

MTC n°63: Pollo fritto tex mex

MTC sfida n°63: Pollo fritto è stata la proposta dI Silvia Zanetti ,vincitrice meritatissima della gara sui macarons.

Ormai mancano pochi giorni alla fine della sfida ed ho visto scorrere sulla pagina FB panature,fritture e salse d’accompagnamento stratosferiche e per me impensabili,tanto che mi viene da chiedermi se gareggio con gli alieni!

A tutti i partecipanti rivolgo questa umile domanda: “come fate?! Come fate su ogni argomento ad avere tanta fantasia,tanta conoscenza e tanta tecnica?”

Se fossimo a scuola andrei dietro alla lavagna,ma siamo al MTchallenge per cui mi relego dietro al banner!! 😀

Come molti anche io friggo molto raramente,due volte l’anno per Carnevale quando friggo le sfrappole e per Ferragosto quando faccio la mozzarella in carrozza e forse un’altra volta quando verso uno slancio d’amore preparo la cotoletta per i miei due uomini.

Questa sfida per me è stata soprattutto apprendere la Tecnica,ho molto da imparare su come si frigge bene e mi sono concentrata su quello.La frittura del pollo non solo non l’avevo mai fatta,ma neanche presa in considerazione.

Tutta la concentrazione su come si marina,come si impana,come si frigge  ha totalizzato completamente i miei “pochi” neuroni,quindi quando è stato il momento di trovare una panatura alternativa,una salsa d’accompagnamento ad hoc nella mia mente non si materializzava niente,il vuoto cosmico!!

Più passavano i giorni e peggio era,alla fine ho ceduto a quanto di più banale e scontato possa esserci: il TEX MEX!!!

 

La marinatura l’ho fatta per tutti i pezzi di pollo con il metodo yoghurt+latte e limone descritto da Silvia.

Metà dei pezzi li ho infarinati nella farina normale e poi fritti.

Per l’altra metà ho creato una panatura croccante e piccante che ricordasse i nacos,per cui ho fatto 1/3 pane grattugiato,1/3 di farina di mais ed 1/3 di pane grattugiato alla curcuma mescolato con peperoncino Habanero extra hot.

Il pollo fritto l’ho poi servito accompagnato da peperoncini jalapeno e salsa al pomodoro piccante.

 

Pollo fritto Tex Mex

Marinatura

Ingredienti

  • 250 g latte parzialmente scremato
  • 250 g yogurt magro
  • 10 ml succo di limone filtrato

In una ciotola versate lo yogurt e il latte e stemperateli, infine aggiungete il limone. Lasciate a temperatura ambiente per 15 minuti circa e poi versatelo sulla carne, coprite con la pellicola e mettete in frigo per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte (io ho optato per tutta la notte).

Per metà dei pezzi di pollo ho seguito alla lettera questo procedimento

POLLO FRITTO Panatura con farina

-Ingredienti per 1000/1300 g di pollo con ossa e pelle-

  • 1,5 l olio per friggere di semi di mais o quello che preferite
  • 200 g farina
  • sale
  • pepe

 

Preparate un piatto fondo per appoggiare il pollo impanato, un piatto piano coperto da carta assorbente per appoggiare il pollo appena fritto e una placca da forno coperta anch’essa da carta assorbente per riporre il pollo fritto in forno e tenerlo al caldo.

Rimuovete il pollo dalla marinatura, lasciatelo scolare sopra una gratella posta su un foglio di carta da forno per mezz’ora almeno. Preparate una ciotola abbastanza capiente per contenere 3/4 pezzi di pollo alla volta e metteteci la farina con il sale e il pepe.

In alternativa mettete farina, sale e pepe dentro un sacchetto alimentare capiente.

POLLO FRITTO Panatura TEX MEX

-Ingredienti per 600 g di pollo con ossa e pelle-

  • 2 uova grandi
  • 50 g farina di mais (nel mio caso di Storo)
  • 50 g pane grattato
  • 50 pane grattato alla curcuma
  • sale
  • peperoncino Habanero extra hot ( un pizzico)
  • 700-800 l olio per friggere di semi di mais

-Procediamo-

Rimuovete il pollo dalla marinatura, lasciatelo scolare sopra una gratella posta su un foglio di carta da forno per mezz’ora almeno. Preparate un piatto fondo per appoggiare il pollo impanato, un piatto piano coperto da carta assorbente per appoggiare il pollo appena fritto e una placca da forno coperta anch’essa da carta assorbente per riporre il pollo fritto in forno e tenerlo al caldo.

Mettete le uova in una ciotola che possa contenere almeno 3/4 pezzi di carne alla volta, mescolate con una forchetta, salate e pepate.

Ponete i due tipi di pane grattato, la farina di mais ed il peperoncino  in una ciotola e mescolare bene

Mettersi i guanti per il peperoncino

Prendete i  pezzi di pollo, passateli nella panatura pressando leggermente le carni e scuoteteli per eliminare la farina in eccesso. Poi immergeteli nell’uovo ed infine passateli di nuovo nella panatura pressando nuovamente le carni.

Procedete con la panatura di tutto il pollo.

Se desiderate una crosticina più consistente potete fare una doppia panatura nel pan grattato cioè pan grattato/uovo/pan grattato.

A questo punto prendete una casseruola dai bordi alti versate l’olio e scaldatelo a fuoco medio fino alla temperatura di 180 °C circa.

Se non avete il termometro mettete un pezzo di pane nell’olio, quando dorerà sarà il momento di immergere il pollo.

Immergete nell’olio 3 pezzi di pollo alla volta. Osservate l’olio: il pollo appena immerso friggerà formando molte bolle grandi e man mano che si cucinerà le bolle diminuiranno sempre più . Quando il pollo avrà una colorazione dorata ed omogenea, ci vorranno circa 6/8 minuti di cottura a seconda della grandezza del pezzo, scolatelo dall’olio ed appoggiatelo sul piatto con la carta assorbente.

Una volta asciutto, se desiderate, potete tenerlo al caldo nel forno preriscaldato a 120°C circa, infornandolo sulla placca da forno.

 

SALSA PICCANTE TEX MEX

Ingredienti
150g di polpa di pomodoro
mezza cipolla bianca
1 pizzico di peperoncino Habanero extra hot
1 cucchiaino di paprika in polvere
1 cucchiaio di olio EVO
Un pizzico di sale

In una pentola antiaderente fate appassire leggermente la cipolla nell’olio.

Aggiungete il peperoncino e la paprika,mescolate poi aggiungete la polpa di pomodoro  e fate cuocere a fuoco vivace per 5 minuti.Infine salare ed aggiungere peperoncino se il piccante è poco deciso per i vostri gusti.

7 Comments
  • Cara Rita, non capisco la tua preoccupazione. A parte che poi un giorno mi devi spiegare perché a Ferragosto fai la mozzarella in carrozza :D, ma questa sfida, per come la vedo io, è tutta incentrata sulla tecnica perché di creativo, col pollo fritto ma che voi fa?
    Qualche salsina ganza di accompagnamento, e tu ci sei dentro alla grande, ma alla fine, quel che conta è fare una panatura dorata e uniforme ed un interno cotto al punto giusto. Cosa che pare scontata, ma che con il fritto proprio per niente.
    Come diceva il buon vecchio Boldi “non mi garba la pentola a pressione perché non si vede la cotturaaaaa”.
    Ecco con il fritto è uguale.
    E a me sembra che tu abbia preparato un signor fritto, panatura stupenda ed interno come si deve. Esci da dietro il banner e sii proud of you!
    Un bel bacione, Pat

    22 febbraio 2017 at 16:19
  • La panatura è perfetta,la salsa stuzzicante,la frittura asciutta e dorata! Questo è il pollo fritto! Sei bravissima di banale non hai nemmeno l’unghia del dito mignolo .

    23 febbraio 2017 at 14:48
  • Quoto la Patti. E’ una sfida tecnica, con tutti i limiti del mezzo, perche’ il fritto e’ una roba di sentimento, che puoi spiegarla fino a un certo punto: ma senza quella consumata abitudine che ti trasforma la vista in un’arma bionica, per cui riesci a vedere sotto la panatura, giu giu nelle fibre del pollo, fino a capire il momento preciso della cottura a puntino, non ce la si fa. E questa e’ una conquista da “lo scopriremo solo friggendo”, perche’ ci vuol pratica. E al giorno d’oggi, non si frigge quasi piu’. mi ci metto io per prima, che ho una cucina dove il forno funziona tre volte piu’ dei fornelli, unita alla convinzione che friggere sia uno spreco di olio, che non vale la candela. Odio friggere nell’olio non pulito, per cui ogni frittura profonda e’ un colpo al cuore (e non son mica Genovese per niente 🙂
    divago, tanto per cambiare. Ma se torno in argomento, e’ per dirti che questo pollo e’ bello: la panatura e’ croccante, la cottura e’ come si deve e il tex mex e’ come Paul Newmann: mette tutti d’accordo 🙂
    Bravissima!

    24 febbraio 2017 at 16:14
  • silvia
    Rispondi

    Immagino a te piaccia fare e fare al meglio ma ti preoccupi troppo.
    Si vede che hai dimestichezza ed il pollo che hai fritto è perfetto.
    La panatura dorata e ancor di più la cottura al cuore della coscia è impeccabile.
    La salsa tex mex è ottima e ben si sposa con la pantura che hai proposto. Bravissima!

    27 febbraio 2017 at 23:56

Post a Comment