Insalata di astice e fragole di Igles Corelli - La Fucina Culinaria
303
post-template-default,single,single-post,postid-303,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Insalata di astice e fragole di Igles Corelli

A fine maggio ho partecipato ad un corso di cucina di igles Corelli alla scuola degli Amici di Babette.E’ stata un’esperienza che ricorderò a lungo,il corso di cucina amatoriale “perfetto”,perchè non solo ho passato ore davvero piacevoli,ma perchè sono uscita consapevole che il mio modo di cucinare potrà solo migliorare grazie alle tecniche e ai “segreti “appresi.
Vulcanico è l’aggettivo che meglio descrive Igles,che non si è risparmiato,le tre ricette previste sono diventate sei,ma più che altro sono state la base per far vedere alcune tecniche e dimostrare che in cucina gli “avanzi” non esistono e così sotto i nostri occhi si sono materializzate una bisque,una pasta risottata,un burro con le chele dell’astice per insaporire i risotti e fiori di sambuco usati per un’insalata,ma anche per un dolce insolito.
Per ogni piatto era previsto l’assaggio e lui ha sempre preparato personalmente tutti i piatti (eravamo una ventina) come se dovesse servirli al suo ristorante,un grande!

Nel mio piccolo,ho cercato di mettere subito a frutto gli insegnamenti di Igles e così mi sono precipitata a raccogliere gli ultimi fiori di sambuco per preparare lo sciroppo e prima che finissero le fragole ho preparato l’insalata di astice e fragole caratterizzata da un contrasto di acido,dolce e piccante davvero piacevole.

Insalata di astice con fragole,ravanelli, peperoncino e fiori di sambuco:

Tagliare le fragole e condirle con aceto di lamponi, sale e olio. Aggiungere l’astice cotto e tagliato a rondelle, ravanelli affettati fini e del peperoncino tritato. Mescolare e lasciare a riposo per 15 minuti in frigorifero. Servire con foglioline di menta e fiori di sambuco.

4 Comments
  • Virò
    Rispondi

    Come hai fatto a dare quella forma? Con un coppapasta?

    P.s. ma lo sai che fai proprio dei corsi strepitosi? Sei brava a riuscire a ritagliarti il tempo…io non ci riesco ma per fortuna godo dei tuoi!…

    12 giugno 2009 at 15:00
  • che idea bellissima, sono davvero curiosa di assaporarla…

    12 giugno 2009 at 17:07
  • E’ da paura questa insalata. Da paura.

    13 giugno 2009 at 7:42
  • Viro: si,la forma è data dal coppapasta cilindrico.
    prova a ritagliarti degli spazi di tempo tutti tuoi,ogni tanto,fanno bene a te stessa,ma anche a chi vive con te e poi è così bello coltivare una passione.

    13 giugno 2009 at 14:46

Post a Comment