Castello (ciambella) alla panna - La Fucina Culinaria
276
post-template-default,single,single-post,postid-276,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Castello (ciambella) alla panna

Complice la visita di questa estate al Castello di Haut Koenigsbourg ed alcune letture sull’argomento,Tommy è totalmente immerso in un mondo di draghi e cavalieri:l’alabarda (di plastica) ormai giace fissa vicino alla porta in attesa degli ospiti(!!),per andare in camera si deve attendere la discesa del ponte levatoio ed in cucina si deve prestare attenzione ai trabocchetti!
L’altra sera ha preso dei fogli di carta,pennarelli,forbici e colla e in 5 minuti mi ha omaggiata di questo castello immerso in un prato di fiori.
Ed io come potevo ricambiare?
In questo momento il “piccolo cavaliere” sta dormendo nella sua stanza e non sa che domani mattina,al suo risveglio,ci sarà un dolce castello vicino alla sua tazza di latte e biscotti.
Castello di Tommy
ciambella alla panna
glassa fondente
zuccherino colorati
caramelle
stampo in silicone Castello Silikomart
Ciambella alla Panna
(quella di una famosa marca di farina)
Ingredienti:
6 uova
500 g di zucchero semolato
500g di farina autolievitante
500 ml di panna fresca
3 cucchiai di rum (facoltativo)
Procediemento:
Montare le uova con lo zucchero fino a quando non sono spumose,aggiungere la panna ed il rum, mescolare ed infine la farina setacciata. Mescolare energicamente fino a quando l’impasto si presenta liscio ed omogeneo.Versare nello stampo Castello e cuocere per circa 50mina 160-170°C.
Far raffreddare,togliere dallo stampo,appoggiare il dolce su di un piatto da portata,decorare con glassa fondente (zucchero a velo mescolato con succo di limone o acqua: aggiungere i liquidi fino alla consistenza desiderata),zuccherini e caramelle.
Nota:
Per sicurezza,ho imburrato ed infarinato generosamente le stampo in silicone ed al momento della rimozione,la ciambella si è staccata perfettamente al solo capovolgimento dello stampo.
Per evitare fuoriuscite dell’impasto in cottura conviene riempire lo stampo fino a 3/4cm dal bordo,con l’impasto rimanente si possono fare,per es, dei piccoli muffins,tipo questi della foto,che qualcuno mangerà domani mattina durante la pausa caffè!!
18 Comments
  • se facessi una toprta si bella, non la taglierei per non rovinarla!ma se facessi una torta cos= buona , come farei a non tagliarla__

    14 ottobre 2009 at 6:20
  • Ah ah bellissimo !!!!
    Siamo passati dalle ruspe ai castelli ????
    Bacio al dolce Tommy

    14 ottobre 2009 at 6:37
  • Wow! Meglio che non faccio vedere ai miei figli quello che tu fai per il tuo piccolo Tommy… mi rovinerei! Divertente il commento di Genny!

    14 ottobre 2009 at 7:57
  • oh che bel castello…

    14 ottobre 2009 at 10:29
  • Anonymous
    Rispondi

    Ma è lo stampo che ho visto anche io!!! mamma mia Rita se sei stata brava (come sempre del resto…), si vedono persino tutte le righine!!! Silvietta (Zanotti)

    14 ottobre 2009 at 12:01
  • Anonymous
    Rispondi

    E’ proprio fortunato Tommy… però anche la sua mamma è tanto fortunata ad avere un bimbo così bravo che le regala pure “i castelli con il giardino”!!! Favolosi anche i muffin con le stelline… bellissimi davvero. Un bacione a Tommy, mi raccomando! Silvietta (Zanotti)

    14 ottobre 2009 at 12:03
  • fantastico, ci voleva una foto della sua faccina quando l’ha visto..pero’ me la posso immaginare!

    14 ottobre 2009 at 13:47
  • fantastica! peccato tagliarla!!

    14 ottobre 2009 at 17:17
  • Virò
    Rispondi

    Non ho mai utilizzato la farina autolievitante.

    Dà risultati migliori della farina + lievito?

    (A giudicare dal castello si direbbe di sì!)

    15 ottobre 2009 at 6:54
  • Anonymous
    Rispondi

    l’ho fatta vedere a mia figlia che ha subito esclamato: ” che delizia, anche io voglio un castello delle principesse.
    Rita sei una cuoca perfetta! Tutti i miei complimenti!!!
    Micol.

    17 ottobre 2009 at 10:30
  • Ci hai lasciato in sospeso cosa ha detto il tuo cavaliere al risveglio vedendo questo fantastico dolce 🙂

    17 ottobre 2009 at 22:02
  • Ma è splendida… ve la siete mangiati o vi siete limitati ad ammirarla?! 😉

    18 ottobre 2009 at 19:24
  • Tommy ha gradito assai e per tutta la settimana si è mangiato una bella fetta di castello per colazione!!e noi con lui.
    Quindi avete capito che oltre alla vista abbiamo soddisfatto anche il palato!!

    Virò,la farina autolievitante io la trovo comoda da usare,il lievito è secondo me correttamente dosato e non ho notato differenze rispetto ad aggiungere il lievito alla farina,forse l’unico aspetto è che salti appunto un passaggio!!

    18 ottobre 2009 at 21:18
  • Ciao Rita,
    complimenti per i tuoi lavori, sono stupendi!
    Vorrei chiederti dello stampo a forma di castello, ho provato a dare un’occhiata al sito della Silikomart ma non l’ho trovato.
    MI piacerebbe acquistarlo, sarebbe una bella idea per una sorpresa a mio figlio, mi aiuti nella ricerca?
    Grazie mille e ancora complimenti!
    Paola

    27 ottobre 2009 at 9:08
  • Paoletta,a me l’hanno regalato!
    Puoi contattare la Silikomart,perchè neppure io l’ho visto nel catalogo!!

    27 ottobre 2009 at 17:44
  • Grazie Rita, proverò subito a contattarli!
    Buon lavoro…
    Paola

    28 ottobre 2009 at 11:04
  • Ciao Rita, mi è capitato la scorsa settimana di leggere un articolo su un settimanale dove c’era la foto dello stampo a forma di castello ma dicevano che era di MAIUGUALI e non della Silikomart.
    Sto provando a cercarlo.
    Ciao
    Paola

    5 novembre 2009 at 8:47
  • Paoletta,il mio è Silikomart.

    6 novembre 2009 at 21:31

Post a Comment