FRINGE: il mondo parallelo di Janice Wong e Loretta Fanella - La Fucina Culinaria
234
post-template-default,single,single-post,postid-234,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

FRINGE: il mondo parallelo di Janice Wong e Loretta Fanella

Fringe è il tv movie di fantascienza in cui la squadra speciale del FBI -la Fringe division appunto-indaga su casi misteriosi,incredibili;con il procedere delle puntate si scopre che la causa di alcuni degli eventi accaduti è dovuta alla presenza di un mondo parallelo,copia del nostro,ma più avanzato tecnologicamente,in cui esistono le copie di noi stessi .In particolari condizioni è possibile l’apertura di un varco tra i due mondi,il passaggio da uno all’altro e l’interazione dei protagonisti con le loro copie.
Si,ma tutto questo cosa c’entra con Loretta Fanella?
C’entra,c’entra,perchè due settimane fa,anch’io ho passato il varco e sono entrata per una sera nel mondo parallelo di Loretta Fanella e Janice Wong!

Loretta Fanella ormai  non ha bisogno di presentazioni.
Janice Wong,la possiamo definire la Fanella d’Oriente: 25 anni,stage in alcuni dei ristoranti più famosi del mondo,maestri come Pierre Hermè ed Oriol Balaguer,viene da Singapore dove ha un locale il 2am dove serve solo desserts.Lo scorso anno era nella squadra che ha vinto il campionato mondiale di pasticceria.

Il 24 maggio  Loretta e Janice si sono incontrate alla Corte dell’Opera vicino a Bologna per lavorare insieme,scambiarsi idee e tecniche di lavoro.
Il risultato dell’incontro è culminato in una cena a base di 6 desserts,un’interpretazione della primavera delle due pasticciere.Primavera che hanno deciso di rappresentare attraverso tre colori: verde,rosso e giallo.
Sono stati quindi serviti 2 desserts giocati sul verde,2 sul rosso e 2 sul giallo.

Verde

Brioche fritta ai fiori di loto e menta, cremoso e gelatina alla menta, biscotto alla menta
(Loretta Fanella)

Parfait al popcorn dolce e salato, sablé al matcha, salsa al cioccolato bianco infuso ai fiori di basilico, gelatina al basilico e mela verde, polvere di popcorn, fiori di aneto e gelato allo yuzu (Janice Wong)

Rosso

L’orchidea rossa,cremoso al lampone coni gelatina al lampone e fragola, salsa al lampone, meringhe leggere, biscotto al lampone,gelatina al lampone, servita con tisana al karkadé con cubetti di mela verde in infusione
(Loretta Fanella)

Red composition,rabarbaro saltato, spuma alla pesca, schiuma al succo di rabarbaro, panna cotta al cioccolato bianco, pomodorini confit, gelato all’arancio rosso e petali di fiori.
(Janice Wong)

Giallo

La spirale gialla,meringa-marshmallow con salsa al mango e frutto della passione, gelato allo yogurt greco
(Loretta Fanella)

Tan con cremoso al caramello bruciato, sfoglie al caramello, aceto balsamico, cioccolato all’aceto balsamico, salsa al caramello salato, croccante alla macadamia, petali di camomilla, gelato alla camomilla
(Janice Wong)
Una sfida non facile quella di proporre una cena completamente a base di desserts,ma ampiamente vinta:
i dolci erano perfetti,non solo nella presentazione,ma anche nel gusto,leggeri,soffici,sempre con una nota acida e/o salata a contrastare il dolce,dolce che non è mai stato stucchevole.
Tanti sapori ed accostamenti per me nuovi,semplici ed allo stesso tempo sbalorditivi,uno su tutti: cioccolato bianco e basilico,ma anche cioccolato bianco e popcorn!!

Questa serata già di per sè particolare ed unica come pubblico mangiante,ha avuto per me anche un risvolto emozionante:
Loredana di Avanguardia culinaria mi ha permesso di partecipare al backstage.

Lì ad attendermi la mia amica Alessia,che è stata per tutto il giorno aiutante di Janice.
Un’emozione indescrivibile vedere Janice e Loretta all’opera.
Piccole ed esili nel fisico,ma con una grande carisma entrambe.Due professioniste,umili,affabili e di una grande generosità.
Un’opportunità indescrivibile quella di vedere come nasce,come si compone un dessert al piatto.

6 desserts composti ognuno da almeno 6-8 parti,una serie infinita di preparazioni alla base.
Fiori provenienti da Singapore da posizionare in modo millimetrico sul piatto,polvere dorata che volava,40 piatti che dovevano andare fuori contemporaneamente assolutamente perfetti,30 minuti per prepararli con 5-6 persone sul piatto,gelati e sorbetti che non potevano attendere!!
Ancora oggi quando ripenso a quello che è stato mi risale l’adrenalina in corpo e vorrei rientrare nel mondo parallelo di Janice e Loretta.
Chissà se il varco si aprirà un’altra volta ancora?

8 Comments
  • Buongiorno Rita, che fantastiche creazioni in quei piatti!! Immagino l’emozione e la soddisfazione di vederli preparare da vicino!! Ciao buon inizio settimana!

    7 giugno 2010 at 4:40
  • dadaumpa
    Rispondi

    Ciao Rita!
    immagino cosa deve essere stato per te… io mi sono emozionata solo leggendo le tue righe!!!
    e che dire di questi dessert… opere d’arte!!!
    baci
    Dona

    7 giugno 2010 at 6:24
  • complimenti! che esperienza meravigliosa!!! dei dolci incredibili…

    7 giugno 2010 at 13:50
  • wow…. queste creazioni mi hanno lasciato davvero senza parole!!! Dev’essere stata un esperienza meravigliosa!!! Betata te che hai avuto questa splendida opportunità, non posso negare che ti invidio!!!!

    7 giugno 2010 at 13:57
  • interessante 🙂

    7 giugno 2010 at 17:37
  • Ciao Rita, mi aggiungo al coro e grazie per aver condiviso con noi questa bellissima esperienza. Ah sai che ho fatto il semifreddo lime e sedano per una cena tra amici, dove mi son divertita da morire a far individuare l’ingrediente segreto! Se ti va… http://lesmadeleinesdiproust.blogspot.com/2010/06/cena-da-irene-e-andrea-semifreddo-lime.html
    A presto.
    Sabrina

    7 giugno 2010 at 22:03
  • Ciao Rita! Bellissime foto chissa’ che bello dev’essere stato essere partecipe di tutte queste creazioni!
    A presto

    9 giugno 2010 at 13:16

Post a Comment