Semplicità,crostata alle ciliegie - La Fucina Culinaria
166
post-template-default,single,single-post,postid-166,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Semplicità,crostata alle ciliegie

Forse in una macchina fotografica seria il pulsante dello scatto si sarebbe bloccato e rifiutato di scattare questa foto,pessima sotto tutti i punti di vista,però essa rappresenta la vita di tutti i giorni in casa La Fucina culinaria.La voglia,alle otto di sera, di qualcuno di far colazione con una crostata ,la frolla impastata velocemente e lasciata riposare il minimo indispensabile,la crostata cotta alle 11 di sera,le stelline un po’ ammosciate perchè non hanno avuto il passaggio in frigo che richiedevano,la foto scattata di corsa con il telefonino alle 7 di mattina con ancora il buio fuori dalla finestra ed il sonno negli occhi e portata velocemente sulla tavola per i miei uomini!!
Crostata alle ciliegie
Ingredienti:
700g di pasta frolla
1 vasetto di confettura di ciliegie
100g di pandispagna (facoltativo,nel mio caso una giacenza del freezer)
Pasta frolla di Adriano
Ingredienti


500g farina 00
250g burro appena morbido
150 g zucchero a velo
100 g uova intere
6g di sale
1g di succo di limone
3g  d lievito istantaneo
zeste grattugiate di due limoni
1 baccello di vaniglia 
Procedimento per la frolla:
Procedimento per la crostata:
Stendere la pasta frolla ad uno spessore di circa mezzo centrimetro,rivestire con essa uno stampo da crostata e con la pasta in eccesso realizzare le stelline.
Sbriciolare i 100g di pandispagna e mescolarli con la confettura e ricoprire poi la superficie della crostata con uno strato omogeneo.
Con le stelline di pasta creare una cornice e se possibile porre la crostata in frigo per 1h,poi cuocere a 170°C fino a completa cotttura.

6 Comments
  • a piedi nudi sul divano
    Rispondi

    la foto mi sembra molto meno pessima di quanto credi… sarà che le crostate sono una delle mie passioni…

    23 novembre 2011 at 19:22
  • la semplicità è sempre l’aspetto migliore! e questa crostata ne è la dimostrazione! come ne mangerei volentieri una bella fetta! 😉

    23 novembre 2011 at 19:22
  • cosa c’è di meglio della semplicità? E’ stata anche la mia riflessione di oggi…

    un bacio Rita, immagino che Tommy l’abbia gradita parecchio….e anche qualcun’altro…..

    Giuli

    23 novembre 2011 at 20:03
  • Ottima la tua crostata.
    Anche io ho privato la frolla
    di Adriano e la trovo spettacolare.

    24 novembre 2011 at 4:14
  • è meravigliosa questa crostata altro che!!!

    24 novembre 2011 at 7:26
  • Se la tua macchinetta dovesse rifiutarsi a fotografare certe meraviglie, la mia allora metterebbe semplicemente lo striscione ‘sciopero ad oltranza’…

    24 novembre 2011 at 8:03

Post a Comment