Brodo,pardon.. sorbetto al pompelmo,lime e zenzero - La Fucina Culinaria
109
post-template-default,single,single-post,postid-109,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Brodo,pardon.. sorbetto al pompelmo,lime e zenzero

Che impresa è stata  scattare queste due foto!!
Faceva talmente caldo che anche il compressore della gelatiera ha “alzato bandiera bianca” facendo mantenere al sorbetto una certa fluidità!
I pochi minuti intercorsi tra il riempimento della ciotolina,l’uscita in giardino,il raggiungimento del tavolo  e gli scatti hanno fatto il resto e così potete vedere immortalato un bel sorbetto brodo di pompelmo,lime e zenzero!! 😀
Per fortuna che anche sottoforma di brodo,il sorbetto era fresco e dissetante così mi sono potuta riprendere dalle fatiche della fotografia!

Un’alternativa al sorbetto:diluire lo sciroppo di base con acqua per ottenere un’altrettanto ottima bevanda.

Sorbetto al pompelmo,lime e zenzero
Ingredienti per 3 persone “golose”
200ml di succo di pompelmo (circa 2 grandi)
150ml di succo di lime (circa 3/4)
150g di zucchero
2 piccoli pezzi di zenzero

NOTA: mantendo il rapporto 2:1 succo e zucchero è possibile modificare le proporzioni di pompelmo e lime,così come il quantitativo di zenzero può essere aumentato o diminuito in base ai propri gusti.

In  un piccolo tegame portare ad ebollizione i succhi dei due agrumi,lo zucchero ed lo zenzero grattugiato grossolanamente.
Far raffreddare lo sciroppo ottenuto,passarlo al colino se si vuole togliere lo zenzero,metterlo in gelatiera e mantecare fino a formazione del sorbetto sperando che l’aria calda non vi remi contro!!

In assenza della gelatiera,porre lo sciroppo in freezer e periodicamente rompere i cristalli di ghiaccio cercando di ottenere una struttura il più omogenea possibile,prima di servire lavorare con un cutter la massa ottenuta.

1 Comment
  • Dovevi vedere in che condizioni ho lavorato la mia sablé…E oggi, faccio anch’io il gelato.Bello comunque il tuo sorbetto!

    28 agosto 2012 at 12:19

Post a Comment