La ciambella delle foodbloggers - La Fucina Culinaria
44
post-template-default,single,single-post,postid-44,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

La ciambella delle foodbloggers

Questo ciambellone così come lo vedete se non ci fossero alcune foodblogger italiane non sarebbe mai venuto alla luce.Sicuramente avrei fatto un altro ciambellone,con un’altra forma,forse ugualmente buono,ma questo dolce è unico e particolare perchè incarna a mio avviso lo spirito migliore delle foodbloggers.
Non so se sono stata fortunata,ma nelle mie esperienze di incontri tra foodblogger ho conosciuto solo delle persone sicuramente con grandi abilità culinarie,ma soprattutto generose e sensibili.
Una di queste è Ady Melles,che in un momento molto importante e delicato delle sua vita,con una casa in ristrutturazione,in cui avrebbe tutte i motivi per concentrarsi su se stessa,invece ti telefona per chiederti se può fare il tuo nome per una collaborazione.
E così grazie a lei sto per iniziare un’avventura nel mondo del food che mi sta caricando di grande entusiasmo,mi sta facendo studiare,sperimentare prodotti e tecniche di cottura a me nuove. Mi ritrovo di nuovo dopo mesi ad aver bisogno di tenere sempre con me il quadernino su cui appunto le idee che mi vengono durante la giornata.Insomma sento che il fuoco nella mia fucina culinaria sta riprendendo vigore!

Mi piace guardare i foodblog italiani,mi piace vedere accostamenti,idee in cucina che a me non sarebbero mai venute in mente,mi piace la cura che alcune mettono nell’allestire i set fotografici e non so perchè (:-D) ma va sempre a finire che mi innamoro di qualche “props”utilizzato.Come per lo stampo che ho usato per questo ciambellone,l’ho visto da Babs,lei da brava tentatrice ha messo il link del sito da dove lo ha acquistato ed io immediatamente mi sono lanciata in acquisti su Amazon Stati Uniti ed ovviamente per ammortizzare le spese di spedizione le ho spalmate su più stampi!!

Condivisione di esperienze è ciò che più apprezzo nei foodblog italiani,condivisione è quello che cerco di mettere in pratica nel mio blog e nei piccoli corsi di pasticceria che tengo.
Ed è proprio per questo mio desiderio di condividere ricette,tecniche ed esperienze che ho trovato del tutto naturale associarmi all’AIFB (Associazione italiana foodblogger).

Riporto fedelmente dal sito dell’AIFB il manifesto dell’associazione:

L’Associazione Italiana Food Blogger (AIFB) nasce dall’impegno di un motivato gruppo di Food Blogger che attraverso momenti di incontro e riflessione hanno investito entusiasmo ed energie nel perseguimento di un’idea in cui credono.

Scopo principale dell’AIFB, associazione senza scopo di lucro, è creare reali opportunità di incontro, condivisione, crescita e formazione per tutti coloro che amano il cibo e ne promuovono la cultura attraverso un blog.

Degustare, cucinare, scrivere, fotografare, condividere idee e conoscenze sono attività in cui appassionati food blogger si impegnano quotidianamente con entusiasmo e interesse senza pari. Numerose le interpretazioni del ruolo del food blogger, molteplici e in continuo divenire le manifestazioni concrete della sua espressione.

La figura del food blogger è quanto mai varia e complessa e l’Associazione si propone, con l’aiuto e il sostegno prezioso di tutti gli Associati, quale terreno fertile per la definizione e la crescita di questo ruolo in tutte le sue preziose forme e identità.

I settori di interesse nei quali i food blogger si trovano ad operare sono eterogenei: non solo cucina, ma anche scrittura, fotografia, web marketing, comunicazione, editoria.

L’intento dell’Associazione è creare uno scambio proficuo e attento con le diverse realtà, ben consapevoli che la nostra voce ha bisogno di ‘accordarsi’ armoniosamente con altri mondi per crescere e divenire fiorente.

Scambio, condivisione, apertura, rispetto, umiltà, desiderio di crescita e apprendimento, contraddistinguono lo spirito che ha animato i fondatori dell’Associazione fin dai suoi primi passi. Ed è in questa veste che l’Associazione si presenta ai futuri Associati che vorranno condividerne obiettivi e intenti.

“Scambio, condivisione, apertura, rispetto, umiltà, desiderio di crescita e apprendimento, contraddistinguono lo spirito che ha animato i fondatori dell’Associazione “,ecco io mi ritrovo anche nelle virgole di questo periodo e non vedo l’ora di iniziare questo nuovo percorso di gruppo,che già dalle sue prime iniziative si prospetta intrigante e di altissimo livello.

Ciambella soffice di Ady Melles
Ingredienti:
250 g di zucchero,
250 g di farina,
3 uova,
130 g di olio di semi o di oliva,
130 g di acqua,
una bustina di lievito,
un pugnetto di uvetta bagnata nel rum

Procedimento:
Mettere nel robot le uova, montarle con lo zucchero fino a farle diventare spumose, aggiungere l’olio, l’acqua, il rum, la farina ed infine il lievito e l’uvetta infarinata.
Imburrare uno stampo a ciambella, come quello del budino, versarvi il composto. Cuocere in forno caldo, a 180° circa,  per circa 40 minuti, farà fede la prova stuzzicadenti.

N.B. il composto alla fine risulterà piuttosto liquido, non aggiungere altra farina, è proprio così che deve venire, ed è questo il segreto della sua morbidezza.

4 Comments
  • bella! Mi farebbe molto piacere se passassi dal mio blog: http://golosedelizie.blogspot.it/ ti aspetto ^_^

    27 marzo 2014 at 13:44
  • complimenti e’ meravigliosa questa ciambella , mi piace molto anche lo stampo……un abbraccio

    27 marzo 2014 at 16:13
  • Ciao Rita, grazie per la condivisione ! Anch’io voglio questo stampo e pure quello sotto ! Siccome non ne ho già abbastanza ahahah

    28 marzo 2014 at 10:08
  • complimenti,per tutto stampo e ricettina niente male

    28 marzo 2014 at 16:09

Post a Comment