MTC n°61: Tiramisù "Mayo" alla birra e savoiardi al cacao - La Fucina Culinaria
7293
post-template-default,single,single-post,postid-7293,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

MTC n°61: Tiramisù “Mayo” alla birra e savoiardi al cacao

mayointera

Sfida tostissima per la gara n°61 dell’MTC challenge!

Susi May,vincitrice dello scorso mese,ha proposto il TIRAMISU’ e non solo si deve realizzare in modo innovativo non stravolgendo però le basi (crema al mascarpone e savoiardi),ma bisogna anche legarlo ad un film o ad una icona sexy della storia del Cinema Mondiale.

banner_sfida61a-300x143

Ed io sull’icona sexy non ho avuto nessun dubbio: per me c’è Lui e solo Lui,Richard Gere in Ufficiale gentiluomo.

richard

Sono passati tanti anni dalla prima volta che ho visto quel film,ho perso il conto di quante volte l’ho guardato,ma tutte le volte quando vedo Zack Mayo a me parte il sospirone!

E quindi il mio tiramisù è ispirato a lui,Zack Mayo -Ufficiale gentiluomo.

mayo

Ho pensato ad un dolce che doveva abbinare due gusti:uno dolce ed uno forte e deciso a rimarcare il carattere del protagonista appunto forte e deciso nell’affrontare l’addestramento in accademia,ma anche dolce e romantico con Paula.

A contrastare il dolce della crema e dei savoiardi ho messo birra,caffè e cacao.

La crema al mascarpone l’ho fatta partendo dalla pate à bombe dove al posto dell’acqua per lo sciroppo ho usato la birra,Guiness nel mio caso.

Il cacao l’ho messo nei savoiardi per farli scuri in modo da avere anche visivamente un contrasto di colori

(bianco e nero) che oltre al carattere di Zack richiama anche il rapporto contrastato tra lui ed il sergente Foley .

savoirdoCome bagna ho fatto una miscela in pari proporzioni di caffè e birra.

Non è stato facile,per nulla,vi confesso che ho  anche pensato di mollare e saltare il turno,ma non mi sono arresa- ho stretto i denti come Mayo quando fa il percorso di guerra-ho preso l’idea che mi sembrava più convincente ed ho provato a svilupparla ed alla fine ce l’ho fatta.

Il tiramisù Mayo è venuto buono,il sapore della birra si è molto attenuato,la pate à bombe aveva un sapore delizioso e speziato,dovevo osare di più e bagnare maggiormente i savoiardi,ma temevo rilasciassero liquido.

Al “mio Ufficiale e gentiluomo” è piaciuto molto tanto che mi ha anche prestato la sua moto per le foto!

e a Zack Mayo piacerebbe?

e se lui  avesse fatto  trovare a Paula il mio tiramisù appoggiato sul sellino della moto all’uscita della fabbrica,che dite non sarebbe stato ugualmente un bel finale?;-D

interno

Tiramisù Mayo

Savoiardi al cacao

Ingredienti

90 g di albumi

75 g di zucchero semolato
60 g di tuorli
60 g di farina setacciata
4 g di scorza grattugiata di limone
2 g di sale fino
 
zucchero al velo ben setacciato per lo spolvero
Procedimento
Rivestire di carta da forno le teglie.
Accendere il forno a circa 180°C, 170°C se in modalità ventilata.
Separare i tuorli dagli albumi. Montare a leggera schiuma gli albumi e quindi aggiungere a pioggia lo zucchero semolato con il sale fino ad ottenere una meringa soda e lucida.
 Mescolare i tuorli con una frusta e, quando gli albumi sono montati, versarli a cucchiaiate sulla meringa ma lavorando con delicatezza dall’alto verso il basso con una spatola. Aggiungere la scorza di limone e la farina ed il cacao ben setacciati in tre volte . Inserire la montata in una sac à poche con beccuccio liscio e rotondo. Sprizzare dei savoiardi dalla forma omogenea e spolverizzarli di zucchero a velo e cacao in modo abbondante.
Crema tiramisù alla Guinnes
Ingredienti
Per la pate à bombe
30ml di birra Guinnes
90g di zucchero semolato
3 tuorli (50-60g)
Inoltre
250g di mascarpone
250g di panna fresca
Per la bagna
caffè ristretto
birra Guinnes
Procedimento

In una piccola padella mettere i 190 g di zucchero con 30 g di birra e portare  il tutto portato a 121 gradi,controllati con il temometro.

Nella ciotola della planetaria mettere i tuorli e quando lo sciroppo è pronto versarlo tutto sui tuorli poi montare alla max velocità fino a quando la pate à bombe si è completamente raffreddata.

Montare la panna non troppo ferma.

Con l’aiuto di una frusta lavorare il mascarpone in modo da ammorbidirlo e renderlo cremoso,aggiungere ad esso la pate à bombe in più volte e lavorare a crema.Infine unire la panna montata.

Mescolare 6 cucchiai di caffè e 6 di birra.

Immergere velocemente i savoiardi nella bagna e con essi rivestire ua ciotola.

Coprire con metà crema al mascarpone,fare un altro strato di savoiardi e terminare con un altro strato di crema.

Porre la crema in frigo a rassodare per qualche ora

Al momento di servire spolverare con cacao e piccoli pezzi di savoiardi.

12 Comments
  • Commento di getto- e non tanto per Zac Mayo che, come ti ho detto di la’, e’ l’idolo di mia sorella (film consumato, diaologhi a memoria, diari pieni di sogni… e alla fine ha pure sposato un militare, per dire).. ma perche’ questo Tiramisu e’ difficilissimo.
    Tu riesci a far sembrare facili cose che in realta’ sono al limite dell’impossibile: dalla pate a bombe alla Guinness, al punto di equilibrio nella bagna, fra due ingredienti che tendono a sovrastarsi l’uno con l’altro. La realizzazione e’ perfetta, quei savoiardi gridano “mangiami”: ma tutta la composizione e’ molto di piu’. E’ un inno ad una bravura stellare che tu, con la tua modestia, tendi sempre ad offuscare.
    Meno male che c’e’ la Van Pelt 🙂 che dice le cose come stanno 🙂
    PS foto superlativa!

    21 novembre 2016 at 8:30
  • Non posso che essere d’accordo con la tua scelta visto che il film l’ho visto infinite volte
    Bravissima interpretazione meravigliosa

    21 novembre 2016 at 9:44
  • Susy May
    Rispondi

    alla sola parola “Mayo” , sono corsa subito perchè dovevo assolutamente vedere che tipo di tiramisù avrebbe racchiuso l’ufficiale e gentiluomo che ha fatto breccia in tutti i cuori femminili del mondo.
    Non c’è donna che non abbia subito il fascino della divisa con uno come Richard e se lui le avesse proposto un tiramisù cosi alla giovane Paula allora il finale sarebbe stato ESPLOSIVO!.
    Questa tua proposta con la birra mi ha fatto venire l’acquolina in bocca, l’equilibrio di sapore e gusto, con quei savoiardi cioccolatosi, mi ha letteralmente sedotto, un tiramisù così è un sogno.
    Appunto mi chiedo, sogno o son desta? Te sei una che ci ha abituato bene, che propone meraviglie e questo tiramisù è l’ennesima prova della tua stratosferica bravura! Che altro dire se non che da oggi in poi quando guarderó Ufficiale e Gentiluomo penseró a questo tiramisù!
    Molto bella anche la foto, quella moto contrasta il carattere dolce del tiramisù e le conferisce un certo allure “bello e dannato” , tipico dei Bad Boys americani come Marlon Brando in “fronte del porto” per esempio o James Dean in “Gioventù Bruciata”.
    Super brava!

    21 novembre 2016 at 11:52
  • favoloso!
    Complimenti davvero splendido.

    21 novembre 2016 at 11:55
  • cristina galliti
    Rispondi

    Stupendo il tuo tiramisù, proprio come Richard in Ufficiale e Gentiluomo.
    Perfetta la Guinness con il caffè, grazie alla sua estrema tostatura, e che dire di quegli impeccabili savoiardi?brava brava brava!!

    21 novembre 2016 at 14:31
  • Sono corsa a vedere qual’era il Tiramisù giusto per Zack, appena ho visto il post e devo dire che ti sei superata … birra, cioccolato, caffè. Una meraviglia di sapori degna del figo più figo che c’è! Anche le foto davvero belle e suggestive! Brava!

    21 novembre 2016 at 14:44
  • Confesso, sarò fuori dal coro e mi metterete dietro la laVagna (anche se preferirei la laSagna), ma a me Gere mi sta pure unpo’ antipatico.
    Ma ammetto pure che quando ho visto lo splendore della foto, sono subito corsa a vedere di cosa si trattava. E sono rimasta a bocca aperta! Complimenti davvero!

    21 novembre 2016 at 22:50
  • Beh, io sono generazione Zac Mayo. Ho anche rischiato che il fidanzato, dopo aver visto il film, partisse per la scuola ufficiali di Genova, folgorato sulla via della Mayonese.
    Credo che la tua preparazione sia davvero complessa ed anche rischiosa e che tu l’abbia domata a dovere. Quando ho letto “guinness” nella pate a bombe, ho immaginato me stessa cercare di aggiustare un colore beigiolino sulla crema finale, invece hai lavorato di cesello, tirando fuori una roba da svenimento, un po’ come Zac Mayo in alta uniforme.
    Bellissimo tutto, in particolare quella delicatezza sul motone in apertura.
    BRAVA!

    22 novembre 2016 at 8:48
  • Mi sono innamorata, prima della foto..ma poi il tiramisù! La pate a bombe con la guiness è da provare

    22 novembre 2016 at 21:34
  • Ottima scelta, Rita…
    Sia del protagonista che degli abbinamenti!
    La pate a bombe alla Guinness è tutta da provare! Bravissima 🙂

    23 novembre 2016 at 12:06
  • Concordo con la Van Pelt… che qualcuno lo urli ai quattro venti quanto sei brava!!!
    Una proposta pazzesca, e sulla pate à bombe alla birra mi è partito l’applauso!!

    23 novembre 2016 at 19:36
  • Lo farò sicuramente! La guinness, una meraviglia!

    25 novembre 2016 at 11:03

Post a Comment