MTC master: la tavola del Natale - La Fucina Culinaria
7380
post-template-default,single,single-post,postid-7380,single-format-standard,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

MTC master: la tavola del Natale

Secondo appuntamento per il Master Conciati delle Feste di MTChallenge.

 

Per il primo progetto si doveva elaborare una tavola country/informale per la Vigilia di natale,io l’ho pensata in stile nordico e qui potete vedere la sua realizzazione nei dettagli.

La seconda tavola deve essere invece una tavola elegante e formale per il  pranzo di Natale.

Come per il primo progetto oltre alla tavola andavano realizzati anche gli inviti,il menù,il centrotavola e si doveva pensare ad un dresscode sia come padrona di casa sia come ospite.

Io sono andata sul classico: dal Nord Europa ritorniamo in Italia,più precisamente a Bologna ,la mia città per un Natale tutto bolognese.

TEMA e TITOLO: Natale a Bologna

PALETTE  di COLORI: rosso e bianco,un classico che io trovo molto elegante.

INVITO: nel mio stile,molto semplice ed essenziale,rosso e bianco,of course.

Con questo template è stato amore a prima vista,immaginatevi di riceverlo dentro ad una busta rossa scritta a mano,trés chic!

La TAVOLA

ho apparecchiato con una tavola rettangolare con una tovaglia bianca in cotone,runner rosso sempre di cotone steso sul lato lungo.Centrotavola posto nel centro del tavolo .Ogni posto è corredato di piatto piano,piattino e coppella bianchi,ma di tonalità leggermente diverse.Dentro alla coppella ho sistemato il tovagliolo in cotone damascato grigio sopra al quale ho appoggiato il segnaposto.

In questa caso il segnaposto è anche il piccolo omaggio per gli ospiti: una piccola palla di vetro per addobbare l’albero di Natale contenente dei campanellini rossi legata con un piccolo fiocco che porta il cartellino con scritto il nome dell’invitato.

Come posate ho messo due forchette,un cucchiaio,il coltello ed il cucchiaino per il dolce.

Tre bicchieri,oltre a quello per l’acqua uno per il vino bianco e l’altro per il vino rosso.

Il CENTROTAVOLA (vedi foto più sotto) è composto da un grande vaso di vetro riempito alla base con del muschio,una candela bianca,pigne marroni,stelle bianche in legno e qualche campanellino rosso.

Il MENU’

Classico bolognese che più classico non si può!! 😀

 

Questo è il menù del giorno di Natale a casa mia da sempre,non sono ammesse deroghe.

Non c’è aperitivo in piedi,ci si siede a tavola e si inizia con una piccola mousse di mortadella accompagnata da streghe (piccoli crackers tipici dei forni bolognesi) bevevndo Pignoletto frizzante dei Colli bolognesi.

Si prosegue con il piatto cardine di tutto il pranzo: i tortellini in brodo di gallina piccolissimi e fatti rigorosamente a mano. Il bis è obbligatorio.

Come secondo il bollito della carne con cui si è fatto il brodo accompagnato dalla salsa verde e da una salsa rossa a base di peperoni.

Poi noi mangiamo questo polpettone farcito con le uova sode,che mia nonna Teresina era solita preparare e cuocere nel brodo insieme all’altra carne,quindi per noi “mangiare i tortellini” significa mangiare i tortellini,il bollito ed il polpettone rigorosamente accompagnato dal purè di patate.

Con i secondi ci va un vino nero.

I dolci sono altri due must: il tronchetto di Natale (ciambella modellata a tronchetto,bagnata col caffè  farcita con zabaione e crema di mascarpone e ricoperta di panna montata) della Nonna Ines  e la Torta di riso della nonna Teresina.

Dopo tutto ciò un caffè e litri di digestivo sono d’obbligo!! 😀

Alcuni dettagli della tavola.

DRESS CODE: ho richiesto un tocco di rosso.

Da padrona di casa indosserei queste scarpe rosse con quel nastro nero di cui mi sono innamorata appena le ho viste su Pinterest.

Da ospite indosserei un abito rosso elegante e come regalo porterei uno di questi bellissimi cuscini,perchè so che la padrona di casa (cioè io!!) andrebbe in brodo di giuggiole

 

 

 

7 Comments
  • Bellissima anche la tua seconda proposta, molto Natale!
    ed evviva i menù della tradizione!!!!!!!!
    ciao
    elisa

    20 dicembre 2016 at 9:27
  • ma che bella!! adorooo la pallina con i campanellini
    Bravissima!!

    PS: ruberei i piatti 😛

    20 dicembre 2016 at 9:33
  • Bellissima ed elegante la tua tavola, proprio perchè così ricca di cura e semplicità! Il menu è uno dei miei preferiti perchè assomiglia tanto al mio che mi riporta alla mia città anche se così lontana

    20 dicembre 2016 at 22:39
  • Marianna
    Rispondi

    Rita ed anche con questa tavola bellissima mi hai colpita… sicuramente con il buffet affonderò. Complimenti davvero per i dettagli e la raffinatezza di ogni piccolo particolare. Complimenti davvero. Marianna

    23 dicembre 2016 at 10:29
  • il rosso e il bianco fanno immediatamente natale e tu hai preparato una tavola meravigliosa!
    E quella pallina piena di campanellini e’ una chicca che adoro….

    23 dicembre 2016 at 11:28
  • Rita ma che bellaaaaa….Adoro la pallina con i campanellini e il menù lo proverei subito….Adoro la cucina della vostra tradizione!!! Avrei anche un abito rosso adatto all’occasione….Eheheeh..Quasi quasi vi raggiungo!!!! ?????

    27 dicembre 2016 at 22:48

Post a Comment