Quiche ai piselli,prosciutto crudo e Seirass - La Fucina Culinaria
230
post-template-default,single,single-post,postid-230,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Quiche ai piselli,prosciutto crudo e Seirass

Fonte di ispirazione per questo post è stata questa invitantissima torta salata vista sul blog Al cibo commestibile.
E così quando nel banco frigo dell’Esselunga ,mentre ero alla ricerca delle mozzarelle, ho visto la ricotta Seirass,non poteva non essere mia.
Purtroppo niente fiori di zucchina da queste parti,così mi sono cimentata con un abbinamento classico:
prosciutto crudo e piselli.
E’ nata una quiche fatta con una pasta brisèe di Pierre Hermè (che mi ha entusiasmato per sapore,croccantezza e stendibilità),ripiena di una morbida crema di Seirass e piselli stufati.
Il prosciutto crudo non l’ho inserito nella torta,ma l’ho usato come accompagnamento,così non cuocendo si è mantenuto morbido e saporito.
Quiche ai piselli,prosciutto crudo e Seirass
Pasta brisèè (da Larousse des desserts di P.Hermè)
Ingredienti:
250g di farina
180g di burro a temperatura ambiente
1 cucchiaino raso di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 tuorlo
50ml di latte a temperatura ambiente
Procedimento:
Setacciare la farina.
Nella planetaria con il gancio a foglia (o con una spatola) lavorare a crema il burro.
Aggiungere il sale,lozucchero,il tuorlo ed il latte;mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.
Infine incorporare poco per volta la farina e lavorare fino a quando la pasta non appare compatta.
Toglierla dalla ciotola,appiattire con le mani ed avvolgere la pasta nella pellicola.
Porre in frigorifero per almeno 2h prima dell’utilizzo.
Per il ripieno
Ingredienti:
350g di Seirass
1 tuorlo
2cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato
250g di piselli
1 porro
olio evo q.b
sale q.b
pepe q.b
Procedimento:
In una piccola padella far soffriggere il porro tagliato a rondelle sottili con un cucchiaio di olio evo.
Aggiungere i piselli e stufarli coperti per pochi minuti.
Far raffreddare.
In una ciotola lavorare a crema la ricotta Seirass,aggiungere il tuorlo ed il parmigiano e continuare a lavorare.
Infine unire i piselli stufati.
Prendere la pasta brisèe fuori dal frigo,stenderla su di un piano di lavoro con l’aiuto di un matterello.
Rivestire uno stampo da crostata di 24cm di diametro.Con i rebbi di una forchetta bucherellare il fondo.
Riempire con il ripieno,cuocere in forno a 180°C per 30-40min.
Far raffreddare.
Al momento di servire ricoprire la superficie della quiche con fette sottili di prosciutto crudo
Per decorare
Prosciutto crudo
9 Comments
  • ma come sono felice che ti sia piaciuta! anche io ho fatto i salti dio giai vedendolo nel banco dell’esselunga:DDD

    30 giugno 2010 at 8:44
  • buonissima! da provare assolutamente!
    kiss
    Pina

    30 giugno 2010 at 9:53
  • Peccato che mai e poi mai troverò la ricotta Seirass qui ad Amsterdam… mi accontenterò di una di fabbrica :***(
    Domanda scema: ma 1 solo tuorlo ce la fa a reggere insieme i piselli e ricotta del ripieno?

    30 giugno 2010 at 10:12
  • Genny: :-))
    Marina:
    Ho fatto una prova,avanzavo un tuorlo ed ho provato a mettere solo quello.Ha tenuto.
    L’impasto non era liquido,ma una crema ed al taglio non ha avuto nessun problema.
    Nulla toglie di mettere un uovo intero.

    Pina: grazie per i commenti che lasci sempre sul mi blog.

    30 giugno 2010 at 10:41
  • io adoro le quiche..e questa è eccezionale!bravissima!

    30 giugno 2010 at 18:27
  • complimenti….una delizia!!

    30 giugno 2010 at 19:11
  • appena ho letto seirass mi sono brillati gli occhi, quanto mi piace!

    1 luglio 2010 at 4:56
  • Da queste parti la stagione del seirass è praticamente finita. Troppo caldo, e questa delizia è troppo delicata… mi piace questo suo utilizzo (io lo uso ovunque, anche per i dolci!) devo tenerne ricordo a settembre! 🙂

    3 luglio 2010 at 9:24
  • Questa “quiche” è strepitosa! Più esploro il tuo blog e più lo trovo interessante…

    5 luglio 2010 at 12:40

Post a Comment