Per Timorasso Spumante Tasting Panel Bavarese "Spumante&Nocciole" - La Fucina Culinaria
216
post-template-default,single,single-post,postid-216,single-format-standard,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Per Timorasso Spumante Tasting Panel Bavarese “Spumante&Nocciole”

Andando le mie capacità di giudizio di un vino poco oltre “è bianco,è rosso” -più o meno come il sommelier di Albanese- per la mia partecipazione al Timorasso Spumante Testing Panel organizzato da Andrea Petrini di Percorsi divino e da Paolo Carlo Ghislandi della Cascina I Carpini,l’ipotesi di recensire questo vino non è nemmeno stata presa in considerazione dalla sottoscritta,che ha invece preferito giocare su terreni a lei più consoni e quindi non poteva che essere un dolce!
Non ho accompagnato lo spumante ad un dolce,ho proprio utilizzato lo Spumante Timorasso dentro ad un dolce.
Pensando a questo vino prodotto in Piemonte,le nocciole ed il cioccolato si sono subito materializzate nella mia mente,ho quindi realizzato una bavarese allo spumante adagiata su di un letto di cremoso al cioccolato ricoprendo il tutto con delle nocciole caramellate tritate molto fini.
Trattandosi di un tasting panel mi è parsa carina l’idea di servire il mio dolce al cucchiaio in un calice da vino!
C’è qualcuno che vuole sottoporsi al mio Timorasso Spumante Tasting Panel versione solida?

Non era la prima volta che preparavo una bavarese allo spumante e sinceramente sono rimasta colpita da come questo vino abbia mantenuto il suo profumo,i suoi aromi nonostante la cottura nella crema e l’amalgama con altri ingredienti.
La bavarese è risultata molto profumata e con una lieve nota nel retrogusto -che definirei quasi “aspra” -che ben contrastava con il dolce ed il grasso del dolce.
Bavarese “Spumante&Nocciole”
NOTA: prestandosi sia la bavarese che il cremoso alla surgelazione,questo dolce può essere un valido modo per utilizzare e non gettare via quelle quattro dita di spumante che solitamente rimangonodopo qualche festeggiamento, almeno in casa mia succede sempre così!!
Ingredienti per 6 bicchieri

cremoso al cioccolato fondente
bavarese allo Spumante Chiaror sul Masso
nocciole caramellate tritate
decorazioni di caramello

Cremoso al cioccolato fondente (di M.Santin)
Ingredienti:
250 gr di panna liquida fresca
250 gr di latte
5 tuorli
50 gr di zucchero
180 gr di cioccolato al 70%
Procedimento:
Far bollire la panna con il latte.Mescolare i tuorli con lo zucchero e unire latte e panna.Cuocere come una crema inglese.Versare sul cioccolato tritato. Mescolare con gesti lenti fine ad ottenere una crema omogenea.
Colare il cremoso sul fondo del bicchiere evitando di formare delle bolle di aria.
Porre i bicchieri in frigorifero

Bavarese allo Spumante Ingredienti:
180ml di spumante Timorasso
120g di zucchero semolato
75g di tuorli
8-10g di colla di pesce
380-400g di panna fresca
Procedimento:
Mettere la colla di pesce ad ammollare in acqua fredda
In un pentolino far bollire 90 ml di spumante
Nel frattempo in una ciotola battere i tuorli con lo zucchero senza fare schiuma.
Versare lo spumante sopra i tuorli e cuocere a fuoco molto basso la crema inglese fino a velatura del cucchiaio.Togliere dal fuoco ed unire la colla di pesce ben strizzata.
Lasciare raffreddare fino a 30°C ed unire lo spumante rimasto e la panna montata.
Riprendere i bicchieri e colare sopra al cremoso la bavarese.
Riporre in frigo per almeno qualche ora.
Al momento di servire ricoprire la superficie del dolce con uno strato sottile di nocciole caramellate tritate ed una decorazione di caramello.
12 Comments
  • Meravigliosa, e, come dici tu, un buon modo per utilizzare lo spumante che avanza!
    Come sempre sei superlativa!
    Paola

    26 ottobre 2010 at 11:37
  • Una bellissima ricetta complimenti ciao

    26 ottobre 2010 at 12:50
  • Questa proprio non me l’aspettavo, sono positivamente colpito dall’intraprendenza creativa.

    Fantastico, ora conosco un modo in più di impiegare dignitosamente questo spumante, grazie !

    27 ottobre 2010 at 7:22
  • grazie Paolo per quello che mi hai scritto,sono contenta che il mio dolce ti sia piaciuto.

    27 ottobre 2010 at 15:53
  • Anonymous
    Rispondi

    Intrigante questo abbinamento dello spumante con cioccolato e nocciole! Ho fatto varie volte la bavarese allo spumante con la tua ricetta tratta dalla “torta chantilly ai frutti di bosco e champagne” e piace sempre molto.
    Sei una vera miniera!

    Annette

    30 ottobre 2010 at 23:03
  • wow, che classe! Bella la bavarese allo spumante, originalissima! Mi piace!

    3 novembre 2010 at 19:24
  • una bavarese stupendamente incredibile, ciao

    9 novembre 2010 at 8:53
  • Disappointed
    Rispondi

    Ho provato la ricetta ma vorrei un chiarimento: per la bavarese al cioccolato scrivi di mischiare lo zucchero ai tuorli, io l’ho fatto senza montare il composto (fino a far diventare giallo il tutto), e una volta unito al latte e panna mi è venuta una specie di frittata a grumi che non si è incorporata, tanto che ho dovuto aggingere un po’ di farina per far velare il cucchiaio. Mentre invece per quella allo spumante ho montato le uova e non ho avuto problemi. Forse ti conviene espicitare il passaggio.

    Per il resto visivamente è piaciuta ma me l’hanno lasciata quasi tutta, la prossima volta la servirò nei bicchierini da shot.

    15 novembre 2010 at 14:10
  • Disappointed,mi dispiace che non ti sia riuscito il cremoso al cioccolato.
    La lavorazione è identica per le due creme,solo che in una il liquido è latte,nell’altra spumante.
    Una curiosità: hai versato il latte sul composto oppure hai versato il composto di uova e zucchero dentro al latte caldo?
    Come scritto nella ricetta,bisogna unire il latte al composto,volendo lentamente,mescolare e poi cuocere.
    Se versi la massa di uova e zucchero sul latte bollente e non sei velocissimo a mescolare,c’è la possibilità che la crema impazzisca.

    15 novembre 2010 at 21:21
  • che meraviglia! complimenti Rita! sei sempre insuperabile :-))

    16 novembre 2010 at 11:36
  • Ciao Rita, come stai?
    Scusa per l’assenza (forzata) non ho bloggato per un messetto, ma nel frattempo ho provato la tua pavlova…Divina è dire poco.
    Sempre adatta alla stagione bahamese.

    Un bacione a prestissimo

    20 novembre 2010 at 3:23
  • una interpretazione notevole, complimenti.

    14 dicembre 2010 at 10:40

Post a Comment