Pannacotta alla liquerizia con composta di albicocche - La Fucina Culinaria
116
post-template-default,single,single-post,postid-116,single-format-standard,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Pannacotta alla liquerizia con composta di albicocche

Questo dolce,come avrete potuto intuire, mi dà soddisfazioni immense: è un’ottima base per sperimentare,si presta ad infinite aromatizzazioni e risulta sempre stratosferica.
Non a caso è il mio dolce che riscuote in assoluto più successo,piace a tutti in modo incondizionato,donne,uomini,giovani,adulti,a chi è a dieta,a chi non lo è,a chi ama i dolci,a chi li mangia,ma preferisce il salato!!
Insomma alla fine tutti si innamorano perdutamente delle sua consistenza e del suo sapore,qualunque aroma io proponga!
E’ riuscita a piacere anche quell’unica volta in cui -e devo ancora capire il motivo-sapeva di uovo ed io mi sarei gettata insieme a lei nel cestino dell’immondizia per la vergogna,perchè ovviamente questo non capita quando deve essere mangiata in casa,ma quando la porti ad una cena con persone al cui giudizio tieni molto!!
Dopo la lode alla pannacotta,vi dico che avendo terminato la mia scorta di vaniglia del Madagascar,rifiutandomi di comprare quei due baccelli rinsecchiti che si trovano al supermercato e che costano come i diamanti,ho deciso di aromatizzarla con della polvere di liquerizia e come salsa ho preparato una composta di albicocche che con la sua acidità ha ben contrastato il dolce e  aiutato a pulire il palato dalla parte grassa della pannacotta,lasciando così posto ad un piacevole retrogrusto di liquerizia.
Pannacotta alla liquerizia con composta di albicocche

 Ingredienti per la pannacotta
1000 ml di panna
320g di albumi
200-250g di zucchero semolato
2-3 cucchiaini di liquerizia in polvere Sosa
Procedimento:
In una pentola portare ad ebollizione la panna con lo zucchero e lasciar bolirre per 4-5 minuti.
Agiungere alla panna calda i cucchiaini di liquerizia,mescolare bene con l’aiuto di uan frusta e far raffreddare completamente il composto.E’ preferibile prepararlo il giorno precedente o la sera per la mattina in modo che l’aroma riesca a diffondersi bene nella panna.
Versare la panna sopra agli albumi,che vanno leggermente sbattuti (devono perdere la tensione,non far fare la schiuma).
Mescolare e filtrare il composto.
Imburrare l’interno dello stampo scelto,versarvi il composto.
Cuocere a bagnomaria a 150°c per min 1h-1 e 20min
Io mi regolo,tastando la superficie,quando è compatta,spengo il forno.
Si può anche praticare una piccola incisione con un coltellino,se esce liquidi,toccando la superficie,non è pronta,in caso di assenza di liquido si può considerare cotta.
Quando preparo 500ml di panna,essendo l’acqua del bagnomaria ridotta,
tolgo la teglia dal bagnomaria solo quando è fredda.
Invece in questo caso con 1L lascio la teglia nel bagnomaria per 10-15min poi la tolgo e la lascio completamente raffreddare prima di porla in frigo.
Per gustarla al meglio la pannacotta si deve preparare almeno un giorno prima.

Nota: il quantitativo di liquerizia a mio avviso può anche essere aumentato rispetto a  quello che ho usato,che risultava tenue e delicato,ma percepibile soprattutto come retrogusto.
Come prima volta sono andata cauta perchè avevo paura che il sapore virasse in cottura,invece,ho constato che il sapore di liquerizia non si altera.
Io però ho usato una polvere di liquerizia liofilizzata,se usate per es quella Amarelli o similari,occorre testarla secondo il proprio gusto.

Per la composta di albicocche
Ingredienti
6-7 albicocche mature (grandi)
1-2 cucchiai di zucchero
il succo di mezzo limone (grande)

Procedimento:
Mettere le albicocche tagliate a fettine sottili in una padella,aggiungere lo zucchero, il succo di limone e farle cuocere finoa quando non si disfano.Proseguire nella cottura per altri 5min.
Spegnere e far raffreddare.
Anche la composta è preferibile prepararla con un giorno di anticipo.

La composta è volutamente poco zuccherata per esaltare l’acidità delle albicocche.
Se non amate questa caratteristica si può aumentare il quantitativo di zucchero.
Consiglio però di non farla troppo dolce perchè il dolce nel suo complesso rischia di diventare stucchevole poichè anche la pannacotta è dolce.

5 Comments

Post a Comment