Crostata con confettura di albicocca: la semplicità del passato - La Fucina Culinaria
56
post-template-default,single,single-post,postid-56,single-format-standard,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Crostata con confettura di albicocca: la semplicità del passato

A volte senti il bisogno di tornare ai dolci semplici,
quelli che sono stati le tue colazioni o le merende di quando studiavi,
quelli che hai imparato a fare con la nonna ,
quelli di quando esisteva solo la farina del supermercato,
quelli di quando mettevi la vanillina perchè la bacca della vaniglia non sapevi che esisteva,
quelli che ti hanno portato ad amare la frolla,iscriverti ai corsi di cucina,
quelli che ti fanno acquistare libri,riviste,studiare,sperimentare,aprire un blog,
quelli che oggi ti permettono di tenere i corsi di dolci da Otto in cucina e fare si che altre persone possano preparare una buona frolla o una buona crema e prendere loro stessi la passione di preparare qualcosa con le loro mani.
Ogni tanto fa bene voltarsi indietro ed  accarezzare il tuo passato.

E per rimanere in tema,lo scorso 22 ottobre ho tenuto da Otto in cucina il corso di Dolci della tradizione bolognese.
A questo link potete vedere quanto abbiamo preparato durante la serata.

Crostata con confettura di albicocca
Ingredienti per uno stampo da 24cm
Per la pasta frolla
200g di farina 00
100g di zucchero semolato
100g di burro
1 uovo
la scorza di un limone.

Per la farcitura
confettura di albicocche 2-3cucchiai

Procedimento:
Ridurre a dadini il burro freddo di frigo,metterlo in una ciotola ed intriderlo insieme alla farina fino ad ottenere un composto dall’aspetto granuloso,come la sabbia.
In una ciotola battere l’uovo con lo zucchero fino ad ottenere una crema,che va unita alla farina ed al burro.Unire la scorza del limone finemente grattugiata e lavorare velocemente l’impasto.
Su di un piano da lavoro formare il panetto di pasta frolla e porlo a riposare in frigorifero per almeno 2h fasciato nella pellicola alimentare.
Trascorso tale tempo,dividere l’impasto in due parti uguali.Prendere una parte e stenderla su di un piano infarinato con il mattarello  formando  un cerchio con cui fodererete il fondo dello stampo.
Con l’altra metà creare un lungo rotolo che userete per creare il bordo della crostata.
Mettere la marmellata all’interno dell’incavo che si è creato,livellarla bene con il dorso del cucchiaio.
La pasta frolla rimanente va stesa sottile e con una rotella tagliapasta o un coltello creare le strisce che andranno appoggiate sulla superficie della crostata a creando un intreccio.
Cuocere la crostata a 180°C fino a completa cottura.

4 Comments
  • ilaria82
    Rispondi

    Io adoro la semplicità di questi dolci!Ciao 🙂

    3 novembre 2013 at 19:30
  • fa bene sì, Rita.
    La memoria delle cose fa sì che si possa andare avanti, ma preservando saperi e sapori antichi da trasmettere poi, ai nostri figli e ai nostri nipoti perchè non si perdano.

    3 novembre 2013 at 18:54
  • Ha un aspetto delizioso, e goloso!!

    4 novembre 2013 at 10:57
  • La semplicità che fa tornare indietro e rivivere momenti felici 🙂 Deve essere deliziosa 🙂 Baciii

    8 novembre 2013 at 13:56

Post a Comment