Focaccia alle olive,origano,pomodorini e Passata La verace Cirio - La Fucina Culinaria
20
post-template-default,single,single-post,postid-20,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Focaccia alle olive,origano,pomodorini e Passata La verace Cirio

Portarsi il lavoro a casa,per molti significa pc,email a cui rispondere,carte da riordinare,relazioni da redigere.
Per me è portarsi a casa i prodotti della mia azienda ed usarli per cucinare.
Lo faccio con piacere,non è un peso,anzi!
Come la passata di pomodoro Cirio nella bottiglia di plastica.
Di questo prodotto conosco alla perfezione ogni curva della bottiglia,ogni colore dell’etichetta,ogni singolo materiale che compone la confezione.
Conosco i campi italiani dove sono maturate le bacche del pomodoro,conosco la preoccupazione dei nostri agronomi  che ti parlano di un’estate che non vuole arrivare.
Conosco la competenza e la dedizione di chi ogni giorno fa analisi,controlli per assicurare che il prodotto Cirio sia sempre della massima qualità o di chi lavora tra vapore,tubi,nastri che trasportano migliaia di bottiglie.Sono i miei colleghi,sono le persone con cui ogni giorno lavoro,mi confronto,imparo,prendo il caffè,scherzo e a volte discuto.Sono io! Siamo persone che mettono una grande dedizione ed una grande passione nello svolgere il loro lavoro,nonostante il tempo (metereologico) ed i tempi (la crisi) a volte sembrano remare contro.
Sulla confezione dei prodotti Cirio c’è un pomodoro a forma di cuore: non è retorica se vi dico che noi ci mettiamo testa e cuore nel nostro lavoro,è proprio così!

Dopo questa descrizione così appassionata del mio lavoro,che come avrete capito,mi piace molto,vi dico che con la Passata Verace Cirio ho preparato una focaccia.
Nulla di nuovo come impasto,una semplice focaccia con lievito di birra,arricchita con olive e pomodorini.
Ho solo apportato una variante nell’emulsione. Invece di farla con acqua,olio di oliva e sale,ho sostituito l’acqua con la passata d i pomodoro per rendere ancora più marcato il sapore di pomodoro.
E devo dire che sono stata soddisfatta del risultato finale e mi pare che le foto lo dimostrino

Focaccia alle olive,origano,pomodorini e Passata La verace Cirio 
Ingredienti
500g di farina 0
20g di lievito di birra
250-280g di acqua (dipende dalla farina usata)
2 cucchiai di olio d’oliva extravergine 
10g di sale 

Per la salamoia
10 cucchiai di Passata La Verace Cirio
10 cucchiai di olio d’oliva extravergine
origano q.b 
1 cucchiaino di zucchero 
1 cucchiaino di sale fino

Inoltre
Olive taggiasche a piacere 
pomodorini a piacere

Procedimento:

Nella  ciotola della planetaria mescolare le farina  e il lievito sciolto nell’acqua insieme allo zucchero,aggiungere il sale ed i due cucchiai di olio.Lavorare l’impasto per alcuni minuti.
Mettere l’impasto su di un piano da lavoro leggermente infarinato,menarlo con le mani per qualche minuto ancora,formare una palla e metterla a lievitare in una ciotola unta e coperta con un telo o pellicola fino a quando non raddoppia.
Ungere una teglia da forno o  rivestirla  con della carta da forno ,stendere delicatamente l’impasto  e lasciar riposare per 10 minuti.
In una tazza o in una ciotola mescolare tutti gli ingredienti della salamoia e farli emulsionare, con una forchetta fino a ottenere un liquido cremoso e omogeneo
Riprendere la focaccia,stendervi sopra la salamoia,volendo aiutandosi con un pennello,poi con la punta delle dita, formare degli incavi sulla superficie dell’impasto.
Completare la focaccia con olive taggiasche e pomodorini datterini.
Lasciar riposare di nuovo per 20 minuti.
Infine infornare aforno già caldo a 220°C, lasciando cuocere per 25-30 minuti o finché la focaccia non sia dorata. Lasciar intiepidire su una griglia prima di servire.

1 Comment
  • Anonymous
    Rispondi

    molto incuriosita dalla tuaappassionata descrizione della passata,stamattina l’ho accattata….la provero’ con questa bella ricetta e anche per la pasta sciutta…grazie
    Serena Medri

    15 ottobre 2014 at 8:46

Post a Comment