Chocolate cheesecake di Martha Stewart per lo Starbooks redone - La Fucina Culinaria
6455
post-template-default,single,single-post,postid-6455,single-format-standard,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Chocolate cheesecake di Martha Stewart per lo Starbooks redone

E finalmente riesco a partecipare ad uno Starbooks redone!
Il caso e lo sottolineo il caso ha voluto che stessi testando alcune ricette da Cakes di Martha Stewart,quando leggendo il regolamento dello Starbooks redone mi sono accorta che questo libro era stato oggetto di uno Starbooks qualche mese fa e mi sono detta che una simile coincidenza non sarebbe più ricapitata,quindi sul treno “Starbooks redone” di Maggio ci sono anche io.

 

Dal libro Cakes io ho testato il Chocolate cheesecake,che insieme al Chocolait ha contribuito a liberarmi del cioccolato delle uova di Pasqua !

Come potete intuire dalle foto,è stato un grande sacrificio preparare e soprattutto mangiare questo dolce!!

Chocolate cheesecake da Cakes di Martha Stewart
Ingredienti:

Per la base
230g di chocolate wafer cookies*
60g di burro fuso
45g di zucchero semolato

Per il ripieno
230g di cioccolato fondente a temperatura ambiente
680 gdi formaggio spalmabile a temperatura ambiente
230 g zucchero semolato
un pizzico di sale
180g di panna acida
45g di cacao amaro
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
3 uova grandi

*Nota: io ho usato dei wafer al cioccolato,ma cercando in internet ho visto che  i chocolate wafer cookies assomigliano a questo biscotto.

Procedimento
Per la base
Triturare finemente i biscotti con l’aiuto di un potente frullatore.Se non lo si possiede,si possono mettere i biscotti dentro ad un sacchetto e frantumare con il batticarne.
Una volta triturati trasferire i biscotti in una ciotola e lavorarli insieme al burro fuso ed allo zucchero.
Con l’impasto ottenuto ricoprire il fondo ed il bordo per 2,5cm di uno stampo a cerniera da 24cm di diametro.
Cuocere la base in forno preriscaldato a 180°C per 10 minuti.
Trascorso tale tempo,estrarre la teglia farla completamente raffreddare e poi rivestire il fondo ed i bordi con due fogli di alluminio.
Far bollire circa 2litri di acqua che serviranno per la cottura a bagnomaria.

Per il ripieno
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e farlo raffreddare.
Con uno sbattitore elettrico lavorare a media velocità  per circa 3 minuti il formaggio  in modo da renderlo spumoso.Ridurre la velocità del mixer ed aggiungere continuando a lavorare lo zucchero e poi il sale.Unire quindi la panna acida,il cacao,la vaniglia ed il cioccolato fuso.
Infine aggiungere le uova,una alla volta,avendo l’accortezza di inserire la successiva solo quando il composto ha completamente assorbito la precedente.
Versare il composto sulla base.
Prendere lo stampo e metterlo dentro ad una pirofila da forno dai bordi alti e versare in quest’ultima acqua bollente fino ad arrivare a circa metà dell’altezza dello stampo.
Cuocere il cheesecake a 180°C per 50-60 minuti o fino a quando al tatto risulta sodo,ma ancora  “tremolante”!
Far raffreddare il dolce e tenerlo in frigo per 6h o meglio un’intera notte prima di servirlo.

 

Le mie considerazioni:
Io adoro i libri di cucina americani o inglesi perchè di solito nel procedimento ti dicono e spiegano tutto,ma proprio tutto e questo essere presa  per mano mi infonde sicurezza.
Il libro di Martha non è da meno: la ricetta è minuziosamente descritta in ogni suo passaggio (compreso quanta acqua mettere al bollire per il bagnomaria!) per cui risulta di facile esecuzione.
Ma vi sono alcuni punti critici:
1) il diametro dello stampo
Io ho usato invece che uno stampo da 24cm come indicato uno da 26cm perchè il ripieno
era “mostruosamente tanto” e temevo che nello stampo più piccolo con il
rigonfiamento che avviene in cottura tracimasse fuori.
Come ho letto per la ricetta del Newyork cheesecake presa da questo libro e realizzata per un altro Starbooks redone anche io ho avuto la sensazione che la proporzione ripieno/base non sia centrata,ma tale rimane perchè non ho usato i biscotti giusti.
2) i biscotti
In questo caso Martha non ha colpe!
Dopo aver letto “wafer” non ho dato peso alla parola successiva “cookies”,non sono andata in internet a vedere che biscotti fossero ed ho quindi usato dei wafer farciti di crema al cioccolato,ottenendo così un impasto molto burroso ma soprattutto molto compatto con cui sono riuscita sì a rivestire lo stampo come descritto ma- e si vede anche dalle foto- con un spessore decisamente più sottile.
3) la fasciatura con i fogli di alluminio
Anche se ben fatta,entra comunque acqua dalle parti sovrapposte dei fogli,fortunatamente il mio stampo con cerniera è di buona qualità e l’ acqua non è entrata dentro la teglia.
Se avete uno stampo con la parte a cerniera definiamola “ballerina” ovvero che si muove una volta inserita nella parte sottostante di stampo e chiusa,non lesinate la carta di alluminio e fasciate bene con più fogli.
4) il tempo di cottura
60 minuti nel mio forno non sono stati sufficienti per la cottura,ne sono occorsi almeno una ventina in più,ma il tempo prolungato e la seguente lunga attesa ne sono valsi davvero la pena perchè il cheesecake era davvero buono,morbido,cremoso e tanto cioccolatoso.

Per me Martha ed il suo Chocolate cheesecake sono
PROMOSSI!!

 

http://www.gianolashop.it/index.php?route=product/category&path=20_26_36

 

No Comments

Post a Comment