Panini al latte con pomodorini secchi - La Fucina Culinaria
315
post-template-default,single,single-post,postid-315,single-format-standard,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Panini al latte con pomodorini secchi


La mattina di Pasqua mi sono alzata decisa a preparare per il pranzo i panini al latte delle Simili.Piccoli panini,semplici da preparare,profumatissimi e morbidissimi.
Nessuna variazione o esperimento,non c’era tempo,la preparazione del pranzo pasquale mi attendeva.
Ma quando ho aperto il freezer per prendere lo strutto,lo strutto non c’era!!Eppure ero convinta che ci fosse!Nessun problema,sostituito con il burro.
Mentre impastavo,guardavo il pensile della cucina rimasto aperto e l’occhio non mi cade sulla scatola di pomodorini secchi comprati qualche giorno prima.Metterli in acqua calda per farli riinvenire è stato un attimo.
I panini al latte si sono perciò arricchiti e trasformati in chioccioline ai pomodorini secchi.
In alcuni ho aggiunto anche delle olive taggiasche:risultato ottimo in entrambi i casi.
Questi panini sia nella versione classica sia in quella arricchita sono ideali da congelare.
Bastano infatti pochi minuti di forno per farli tornare soffici e fragranti come appena fatti.
Anche la sostituzione del burro con lo strutto non ha alterato il risultato finale,anche se a mio avviso lo strutto conferisce un profumo ed un sapore più pieno e rotondo che io preferisco.


PANINI al LATTE con POMODORINI SECCHI

Ingredienti:
Per la biga
120g di farina
75g di acqua
1 g di lievito di birra.

In una ciotola,sciogliere il lievito con l’acqua,aggiungere la farina,formare un piccolo impasto che deve lievitare a temperatura ambiente per 18 ore.

Per l’emulsionato
80g burro
20g zucchero
20g di acqua

Con il minipimer o un cucchiaio lavorare il burro e lo zucchero,unire poco alla volta l’acqua fino a completo assorbimento.

Per l’impasto
600g di farina 0
200g di biga
120g di emulsionato
300-320g di latte
20g di lievito di birra
10g di sale

Procedimento:
Con la farina fare la fontana,mettere al centro la biga,il lievito e il latte,ridurre tutto a poltiglia con la punta delle dita,poi unire il resto degli ingredienti ed amalgamare fino ad ottenere un impasto,che va lavorato per 8-10min.
Fare lievitare per 1h in una ciotola unta di burro o struttu.Da questo impasto ricavare dei piccoli pezzi di circa 35-40g.
Formare delle palline,poi stenderle con le mani fino ad ottenere dei cilindri.Su di un lato appoggiare un pezzettino di pomodorino secco (ammorbidito in acqua calda e strizzato)e/o un oliva taggiasca,infine arrotolare a chiocciolina.
Far lievitare per circa 20 minuti coperti da carta da cucina bagnata e strizzata,poi cuocere in forno a 200-220°C (ventilato) per circa 20 minuti.

11 Comments
  • Virò
    Rispondi

    Sono una principiante nei lieviti ma mi intrigano moltissimo… a quel che ho capito la biga è un impasto da preparare in anticipo per favorire la lievitazione il giorno dopo, giusto? Non mi paiono difficili, li proverò e ti farò sapere…

    23 aprile 2009 at 16:01
  • Ma quanto mi piace questa ricetta! e chissà che buoni… me la segno! da fare assolutamente! Grazie

    23 aprile 2009 at 16:42
  • quante buone ricettine…se ti va passa anche da me!

    23 aprile 2009 at 18:11
  • Sono bellissimi Rita. ciao

    23 aprile 2009 at 19:49
  • Ma quanta manualità hai? sei bravissima in tutto ciò che fai, le tue decorazioni e le tue creazioni sono perfette, oltre che buone, ma come fai?????

    23 aprile 2009 at 20:28
  • Virò: brava,la biga o fondo è un preimpasto con pochissimo lievito che si prepara di solito il giorno prima efavorisce la lievitazione.

    Dolcienonsolo: benvenuta e verrò a trovarti.
    Fantasie:come faccio?Che domanda difficile!e’ che mi piace proprio pasticciare in cucina.Forse sarò anche predisposta,ma a forza di provare alla fine il risultato si ottiene,basta solo volerlo.
    Ogni tanto qualche “ciofeca” esce anche a me,non sono poi così perfetta!!grazie comunque per gli apprezzamenti.

    23 aprile 2009 at 22:04
  • dadaumpa
    Rispondi

    Ciao Rita,
    questi panini sono davvero deliziosi! li metto nella lista delle ricette da provare…
    brava e grazie!

    23 aprile 2009 at 22:33
  • Complimenti per questa ricetta!!da un bel pò seguo il tuo blog e ammiro e condivido tanto la passione che hai per la cucina..già ho provato qualche ricettina e ho seguito qualche consiglio su alcuni libri e devo dire che non sbagli mai!!compliemnti ancora!!!

    24 aprile 2009 at 5:07
  • Meravigliosi qst panini,bellissima idea!

    24 aprile 2009 at 22:02
  • Silvia Morelli
    Rispondi

    Il sapore assomiglia vagamente a quello delle “spolette”? Sono la cosa che mi manca di più vivendo a Firenze….

    19 gennaio 2016 at 9:35

Post a Comment