Vacherin alla mela verde e lampone - La Fucina Culinaria
280
post-template-default,single,single-post,postid-280,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Vacherin alla mela verde e lampone

Altro compleanno in casa “La Fucina culinaria” e se il festeggiato ama il gelato alla frutta,la torta non può che essere una torta-gelato alla frutta.
Il vacherin classico è con il gelato alla fragola e di crema alla vaniglia racchiuso tra due dischi di meringa ricoperto completamente di panna montata.
Io l’ho leggermente modificato e l’abbinamento meringa lampone mela verde l’ho copiato da un ottimo semifreddo mangiato a Chambery durante le nostre vacanze estive.

Per chi volesse cimentarsi,se il sorbetto alla mela verde lo volete verde,dovete aiutarlo con un pò di colore o meglio colorante,tolta la buccia e frullate le mele,infatti di verde rimane ben poco!!

Vacherin alla mela verde e lamponeStruttura del dolce:
Meringa
Sorbetto alla mela verde
Sorbetto al lampone
Meringhe
Panna montata
Fettine di mela verde,confettini al lampone

MeringheIngredienti:
250 g di albumi
500g di zucchero semolato

Procedimento:
Con la planetaria montare gli albumi,aggiungendo gradatamente lo zucchero,fino ad ottenere una massa lucida e ferma .Su una teglia ricoperta di carta da forno formare con la sacca a poche – beccuccio liscio largo dei bastoncini di meringa lunghi 10-12cm ed un disco dal diam 24cm.
Cuocere nel forno ventilato a 90°C per 3 ore.Le meringhe si possono preparare in anticipo e conservare in una scatola di latta.

Sorbetto alla mela verdeIngredienti
500g di mele Granny Smith (pesate già pelate)
250g di sciroppo base*
1 albume (uovo Small)
Colorante verde

Procedimento:
Nel frullatore frullare la polpa con lo sciroppo,passare la purea al colino.Aggiungere l’albume montato a neve e pochissimo colorante verde (se volete che il sorbetto abbia una colorazione verdina),versare nella gelatiera.

*Sciroppo base
1000g di acqua
1350g di zucchero semolato
Portare ad ebollizione l’acqua con lo zucchero,ottenendo così lo sciroppo base.
Si può preparare in anticipo e conservare in frigo.

Sorbetto ai lamponiIngredienti
900g di lamponi surgelati
250g di zucchero

Procedimento:
In una padella mettere i lamponi e lo zucchero,scaldare velocemente fino a quando lo zucchero si è completamente sciolto.lasciare raffreddare.
Frullare la polpa con lo sciroppo,passare la purea al colino.Versare nella gelatiera.

Assemblaggio del dolce:
prendere un anello da mousse,aprirlo fino a 22cm di diam,metterlo sul disco di meringa,premere fino a farlo penetrare nella meringa.
Togliere i pezzetti di meringa rimasti all’esterno del cerchio.
Versare il sorbetto alla mela verde,livellare e porre in freezer.
Una volta pronto ripetere la stessa operazione con quello al lampone e riporre in freezer.
2h prima di servire il dolce,togliere l’anello,appoggiare il dolce sul piatto da portata,mettere i bastoncini di meringa lungo il bordo.
Decorare con ciuffi di panna montata,fette sottili di mela verde e confettini al lampone.
Riporre nel freezer.

7 Comments
  • Che dirti? Dessert di gran classe…Stupidamente non faccio mai dolci con gelati e sorbetti…mi sembra di non poterci riuscire….
    Ho visto che hai usato due procedure differenti nella preparazione dei sorbetti. Qual’e’ il migliore al gusto?
    Baci, Ritina!

    25 settembre 2009 at 5:48
  • Anonymous
    Rispondi

    Rita, è “emozionante”… sono davvero senza parole…
    Silvietta (tua collega)

    25 settembre 2009 at 7:05
  • E’ bellissmo Rita! E poi a me piace da matti la mela verde!! complimenti e grazie per essere ritornata sull’olimpo delle pasticcere irragiungibili!! baci

    25 settembre 2009 at 9:20
  • se ti faccio un applauso da qui, tu lo senti?
    CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP…
    bellissima oltre che, sicuramente, ottima da mangiare: questa torta incontra al 100 % il MIO gusto estetico.
    Brava Rita. Come al solito, del resto.
    baci

    25 settembre 2009 at 12:32
  • sei bravissima1

    25 settembre 2009 at 17:12
  • Grazie a tutte,mi fate arrossire!

    Pin,ho temuto molto per questa torta,avevo paura che il gelato indurisse troppo e che risultasse difficoltosa da mangiare,invece tutto è andato per il meglio!!

    Le due ricette sono ugualmente valide,la diversità sta solo nel fatto che ai frutti di bosco -contendo molta acqua- è sufficiente aggiungere lo zucchero e lo sciroppo si forma automaticamente.

    Babette,hai visto che anche la mia vergine ha voluto una torta gelato!
    La tua torta ancora me la sogno di notte da quanto era buona!

    25 settembre 2009 at 19:48
  • Che bello mi dispiacerebbe quasi rovinarlo….

    1 ottobre 2009 at 7:44

Post a Comment