Treccia all'Emmentaler DOP,prosciutto cotto e sesamo per Delicate food (Formaggi svizzeri) - La Fucina Culinaria
38
post-template-default,single,single-post,postid-38,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Treccia all’Emmentaler DOP,prosciutto cotto e sesamo per Delicate food (Formaggi svizzeri)

Questo mese sono  ospite sul nuovo portale dei Formaggi svizzeri con la ricetta del mese.
Mi è stato chiesto di pensare nell’ambito del progetto Dedicate food ad una ricetta che potesse essere utile per sensibilizzare le persone riguardo all’ingente spreco di cibo che avviene nella nostra società.
ma che cos’è il Progetto Delicate food ?
L’uomo del nostro tempo vive spesso in modo disfunzionale il proprio rapporto con gli altri e con l’ambiente. In entrambi i casi è portato a prendere senza restituire.
Purtroppo tendiamo ad accumulare sia che si tratti di soldi, di potere, di oggetti, di emozioni e tra le tante cose anche di cibo.
Su questo tema l’uomo di oggi accumula quanto spreca.
Dall’Ultimo rapporto dell’Ime – Global food emergono dei dati allarmanti che evidenziano che tra il 30% e il 50% dei nostri alimenti vengono buttati ancora prima di raggiungere il nostro piatto. Non parliamo poi degli sprechi che abitualmente vengono perpetrati nella nostra vita familiare e di quelli generati da un eccessivo produzione di alcuni alimenti quali la carne che richiede enormi quantità di energia e di acqua.
In questo modo il cibo è la metafora della vita dell’uomo contemporaneo che è in contatto con ciò che mangia.
Nella società occidentale il cibo ha perso l’importanza primaria che ha avuto nella storia dell’uomo, ma non per questo possiamo sottrarre l’uomo a questo bisogno fondamentale. Ogni uomo ha bisogno per sopravvivere di nutrirsi e di farlo in modo corretto affinché questo elemento indispensabile alla sua vita diventi un oggetto di conoscenza e crescita morale. Per questo Parliamo di Delicate Food. Perchè il cibo è un tema delicato sia all’origine dei propri ingredienti, sia nel piacere di prepararlo.
Alcuni blogger impegnati e sensibili a questo tema ci suggeriranno la propria visione sul tema e ci presenteranno le loro ricette.

Nel mio piccolo io ho smesso di acquistare con regolarità il pane dal fornaio.Ne compravo sempre troppo rispetto ai nostri consumi e ne accumulavo quantità magari non ingenti ma che comunque non riuscivo a smaltire nemmeno grattugiato in polpette,polpettoni et simila e così alla fine una parte veniva inesorabilmente gettato nei rifiuti.
Da quando ho deciso di autoprodurlo,incentivata dalla mia passione ed anche dal non avere fornai di qualità nella zona,ho migliorato decisamente il lato sprechi.Infatti o realizzo piccoli panini oppure taglio a  fette i pani prodotti e quello che non mangiamo appena sfornato lo congelo e quando ne ho bisogno passo in forno solo i panini o le fette che andremo a mangiare.Gli sprechi si sono davvero ridotti.

Lo stesso vale anche per altri alimenti che stazionano a volte troppo nel nostro frigorifero,come i formaggi o gli insaccati per esempio.Quante volte ci si è trovati con un eccesso di prosciutto cotto per citarne uno che sta prendendo quel colorino che non ci invoglia a mangiarlo così come si presenta oppure con un pezzo di formaggio la cui sperficie ha iniziato ad indurirsi o peggio ancora ad ammuffire? a me diverse.
La ricetta che ho pensato per Delicate food,Treccia all’Emmentaler DOP,prosciutto cotto e sesamo,è un modo virtuoso per usare questo tipo di avanzi.Ovvio che si possono usare anche formaggi e prosciutto freschi! 😀
Tra l’altro l’impasto di questi treccioni si presta per il congelamento ed una volta freddi potete tagliarli a metà o a fette e congelare.Cinque minuti a 180°c e tornano come appena fatti.Saranno degli ottimi salva-cena o salva merenda quando non avrete nulla di pronto!
E mai più sprechi.

Treccia all’Emmentaler,prosciutto cotto e sesamo
Ingredienti
Per la pasta brioche
500g farina,
100g burro,
30 g zucchero,
2 uova+1 tuorlo,
10 g di sale,
150ml latte,
25g lievito di birra.

Per il ripieno:
200g emmentaler
150g di prosciutto a fette
Inoltre
1 uovo
sesamo
Procedimento:
Impastare in planetaria con il gancio la ,farina,le uova il burro,il lievito sciolto in poco latte(50ml),lavorare per far prendere corda all’impasto,aggiungere poco alla volta il resto del latte,lavorare ancora.In tutto l’impasto va lavorato 20/25 minuti
.Far lievitare 2/3 ore.
Sgonfiare la pasta,stenderla e ricavare due grandi rettangoli,mettere al centro l’emmenthal,il prosciutto,con un coltello affilato praticare sui bordi delle incisionimlunghe 1-2cm.
Ripiegare sul ripieno il bordo superiore e quello inferire,poi intrecciare tra loro le parti laterali.chiudere e formare delle palline.Pennellare la superficie delle due trecce con un uovo sbattuto e ricoprire con il sesamo.
Far lievitare per 30-40min,infine cuocere a 170°per 30/35 minuti.

1 Comment
  • Appoggio in pieno la lotta agli sprechi! Per quel che riguarda me e la mia famiglia spesso anche noi ci troviamo a dover buttare alimenti acquistati in eccesso o alimenti che per qualche motivo non si mangiano.
    Questa treccia é sicuramente uno dei modi molto lussuosi di riciclare ciò che potrebbe essere destinato ai cestino dei rifiuti!!!
    Anche io ho deciso di farmi il pane: per ora faccio solo panini di pane integrale che mangio io, li faccio di 50 gr li congelo e li scongelo ogni giorno per la sera.
    Condivido tutto!

    4 maggio 2014 at 8:24

Post a Comment