MTC naked cake per Sweety of Milano - La Fucina Culinaria
7161
post-template-default,single,single-post,postid-7161,single-format-standard,cookies-not-set,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa-ver-1.9,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

MTC naked cake per Sweety of Milano

sopra

“Siete fra quelli che scelgono un viaggio nella capitale francese non per le romantiche passeggiate sul Lungosenna, ma perché “Parigi val bene una mousse”?

Non avete mai saputo come finisce la favola di Biancaneve, perché a “specchio specchio delle mie brame” iniziavate a fantasticare su glasse e coperture?

E siete ancora convinti che il discorso più rivoluzionario del secolo scorso inizi con “I have a cream”?

Allora, non perdetevi Sweety of Milano, la grande manifestazione di pasticceria che si terrà nel capoluogo lombardo il 17 e il 18 settembre, nel corso della quale i nostri Maestri più famosi terranno masterclass a tema, proporranno le loro nuove creazioni, incontreranno il pubblico davanti ad un caffè, in un fine settimana all’insegna della dolcezza e della creatività”-

sweetybanner2A Sweety sarà presente anche la community di MTchallenge con un ruolo da protagonista.
Da inizio settembre venti foodblogger di MTC stanno seguendo un master -supportate da due foodblogger tutor -per produrre una versione tutta italiana delle famose naked cake americane.

Le 20 naked cake saranno giudicate da una giuria presieduta da Michel Paquier e  le 5 ricette ritenute migliori verranno riproposte a Sweety dove verrà eletta la torta vincitrice!

Bakeoutbanner2

Io sono tra le venti partecipanti al Master

Per la mia naked cake ho scelto ingredienti italiani molto comuni: albicocche,ricotta,rosmarino abbinati con il cioccolato che in una torta di solito dedicata ad un festeggiamento a mio avviso non può mancare!!!

PS: Io ho da festeggiare il mio ingresso nella community ,per questo la mia torta si chiama MTC Naked cake.

legnetti

La decorazione e  la sua presentazione le ho pensate in modo che avessero  un aspetto rustico che ricordasse/evocasse la pianta del rosmarino e il tronco dell’albero dell’albicocco.

intera

Spero di esserci riuscita.

Stavo per dimenticare una cosa importantissima: Il topper è stato realizzato dai miei uomini.

La MTC naked cake è composta dalle seguenti basi:

2 dischi da 18cm di pandispagna al cioccolato alti 4cm

crema di ricotta

albicocche aromatizzate al rosmarino

Per decorare

meringa all’italiana

rosmarino fresco

albicocche e arancia candita

 

particolare

PAN DI SPAGNA AL CIOCCOLATO (ricetta di M.Santin)

materiale: due cerchi alti 4cm  e diam 18cm

 Ingredienti:
6 uova

180g farina 00

180gr zucchero

180g cioccolato fondente
120g burro

1/2 bustina di lievito

Procedimento:
Fondere al microonde il cioccolato e il burro.
Separare i tuorli dagli albumi, montare, non a neve ferme, questi ultimi con 50 gr di zucchero(dei 180).
Montare i tuorli con lo zucchero finchè diventano bianchi, unire il composto di burro e cioccolato, poi setacciare farina e lievito ed incorporarli.
In ultimo mettere gli albumi, consiglio, unire prima un cucchiaio di albumi e girare senza cura tanto per ammorbidire il tutto e poi continuare con il resto amalgamendo con cura.

Versare nei cerchi posti su di una leccarda ricoperta con silpat o carta da forno.
Cuocere a 180 per 30-40 minuti circa facendo sempre la prova stecchino.

fetta

Crema di ricotta e panna ( ricetta di I. Massari con mie modifiche)
Ingredienti
250 g ricotta
100 g zucchero
100 g mascarpone
100 g crema pasticcera
500 g panna

Procedimento
Mescolare montando con le fruste ricotta, zucchero, mascarpone
Aggiungere la crema mescolando per amalgamare
ed infine la panna semimontata.
interno

Albicocche al rosmarino

Ingredienti

600g di albicocche (tolto il nocciolo)

3 cucchiai di zucchero

Il succo e la scorza  di un limone

6-8 rametti di rosmarino lunghi 5-6cm

Procedimento

Lavare le albicocche,aprirle a metà,togliere il nocciolo,pesarne 600g.

Tagliare le albicocche a fettine non troppo sottili,metterle in una larga padella con lo zucchero,il succo di limone ed i rametti di rosmarino.

Cuocere fino a scioglimento dello zucchero e la polpa delle albicocche inizia ad ammorbidirsi.

Trasferire succo e polpa e rametti di rosmarino in una ciotola di vetro,far raffreddare ed aggiungere la scorza del limone.Sigillare con pellicola e porre in frigo per almeno un giorno.

Al momento della realizzazione della torta,separare con un colino la polpa dal succo.

Togliere i rametti di rosmarino e se volete tagliare a dadini le fettine di albicocca.

Diluire il succo con qualche cucchiaio di acqua.

Meringa all’italiana

Ingredienti

40 g albume

70g di zucchero

20g di acqua

Riscaldare l’acqua e lo zucchero in un pentolino fino a 118 ° C.
Quando lo sciroppo raggiunge i 113 ° C, iniziare a battere gli albumi a neve nella ciotola del robot da cucina  a velocità media.
Quando lo sciroppo raggiunge i 118 ° C, versarlo sugli albumi continuando a montare fino a raggiungere una consistenza a becco di uccello. (alzando le fruste la punta della meringa deve incurvarsi).

Montaggio della torta

Tagliare i due pandispagna a metà ottenendo così 4 dischi di diam 18cm alti circa 2cm

Prendere il vassoio su cui si servirà la torta,mettere un cucchiaino di crema di ricotta su di esso ,appoggiarvi sopra il primo disco di pds (così si fissrà la torta alla base),bagnarlo con succo di albicocca,mettere la crema di ricotta in modo da fare uno strato alto 1cm-1,5cm,aggiungere le albicocche.

Mettere sopra il secondo disco di pds,premere bene sulla parte sottostante,facendo attenzione a non far uscire la farcitura,bagnare con il succo,la crema e le albicocche.Non preoccupatevi ora se il bordo della farcitura non sarà perfetto.

Procedere come sopra descritto con gli altri due strati di pds e farcitura.

L’ultimo disco di pds dovrà essere la metà di pds che era a contatto con il fondo dello stampo così la sua superficie sarà liscia e pianeggiante.

Della crema di farcitura ne deve avanzare circa ¼.

Porre la torta in frigorifero per circa un paio di ore per farla assestare.

Trascorso tale tempo,riprendere la torta,mettere in una sacca à poche con bocchetta liscia (diam 10 o 12) circa 1/3 della crema rimasta e siringare gli strati di farcitura,poi con una spatolina lisciarli per renderli il più omogenei possibile.Se la crema dovesse spocare il pds pulire con una spugnetta umida o carta assorbente

Mettere 1 o 2 cucchiai di crema sulla superficie della torta e con la spatola spargere la crema ottenendo un effetto velato togliendo della crema se in eccesso.

Decorare con ciuffetti di meringa all’italiana realizzati usando una sacca à poche con bocchetta liscia (diam 12) e bruciati poi delicatamente con il cannello.Aggiungere piccoli rametti di rosmarino e pezzetti di albicocca freschi.

Sugli strati di farcitura mettere o pezzetti di albicocca o dadini di arancia o limone candito.

Infine mettere il topper.

 

 

 

19 Comments
  • Bellissima davvero la tua versione! L’abbinamento albicocche e rosmarino mi piace tantissimo! Complimenti!

    6 settembre 2016 at 13:30
  • Ilaria Talimani
    Rispondi

    Bella e brava cosa posso aggiungere? Non hai fatto una torta della tradizione ma ci sono tutti gli elementi che rendono di stagione e italianissima 🙂
    I complimenti ai tuoi uomini che hanno creato la cosiddetta ciliegina sulla torta, ci sta benissimo, e complimenti a te che hai lavorato davvero bene con professionalità. Grazie e in bocca la lupo!

    6 settembre 2016 at 14:51
  • Bella e molto interessanti gli abbinamenti e con il profumo di rosmarino deve essere proprio particolare
    Ben arrivata ad MTC
    Ciao Manu

    6 settembre 2016 at 16:33
  • Intanto ti dico che è buonissima. Perché non solo si vede, ma si percepisce addirittura, dalle tue foto. Poi ti dico anche che è bellissima, proprio come concezione nella decorazione.
    Brava Rita, era un dolce molto difficile, per tanti motivi, e tu lo hai interpretato al meglio.

    6 settembre 2016 at 16:48
  • Albicocca e rosmarino è moltissimo nelle mie corde. La tua torta oltre ad essere bellissima sono sicura mi piacerebbe tantissimo. Bravissima!

    6 settembre 2016 at 20:38
  • Albicocche e rosmarino sono un abbinamento molto raffinato, mi piace moltissimo! E con il cioccolato il cerchio è chiuso. Una torta elegante, anche nella presentazione unpo’ rustica, e quel topper inneggiante all’MTC è bellissimo 🙂

    6 settembre 2016 at 21:22
  • Rita, son qui con mia figlia (che dovrebbe darmi l’ispirazione per commenti un po’ più intelligenti dell’ “ommioddio” che sto praticamente ripetendo da quando ho visto questa torta) ed è tutto un andare avanti e indietro per il post, perché il colpo d’occhio non ci basta: tutti i dettagli, ci stiamo godendo, perché sono quelli che fanno la vera differenza. Di naked belle ne abbiamo viste tante, in questi anni. Di naked buone, molto meno. E di naked che non hanno nulla da invidiare alla Pasticceria con la P maiuscola, quasi nessuna. E quando si ha la fortuna di incontrarne una, non la si finisce più di ammirarla, in tutte le sue parti. La decorazione è da adottare come stemma ufficiale 🙂 E vedo che quanto a manualità, in casa Fucina, ve la giocate alla grande!
    Complimenti davvero!

    6 settembre 2016 at 21:25
  • Complimenti davvero bella e deve avere un ottimo gusto !

    6 settembre 2016 at 22:06
  • Ammetto molto candidamente di non aver mai assaggiato una naked cake. Ne vedo ormai moltissime, come tutti, perché sono la moda del momento, e alcune sono bellissime. Ma, per me che già di base non amo le torte con troppi strati, sono sempre un po’ “troppo”: troppo alte, troppo farcite, pure troppo “pucciose” (con fiori e panne e robe così, elegantine)..
    Beh, questa invece l’ho sentita “mia” al primo sguardo: mi piace l’abbinamento dei sapori, rispecchiato dall’accostamento dei colori, da quell’aspetto elegante e rustico insieme. Insomma, bravissima, mi piace da morire!

    6 settembre 2016 at 22:29
  • Che meraviglia di ingredienti: uno meglio dell’altro e perfettamente in sintonia tra loro. Essendo parte della community ti ringrazio per l’omaggio!

    6 settembre 2016 at 23:52
  • Ma che bella torta!! Sia nela presentazione, che è la prima cosa che vuoi o non vuoi noti attraversi lo schermo, ma anche la coposizione e a vedere bene anche il Pan di Spagna ti è riuscito benissim!! Brava brava brava e benvenuta in community, Flavia

    7 settembre 2016 at 5:43
  • Sono letteralmente senza parole, e del resto si sa: sbavare sulla tastiera di prima mattina non fa bene… alla tastiera!!!
    Torta favolosa, voglio provare quanto prima il connubio albicocche-rosmarino!

    7 settembre 2016 at 8:33
  • Io non amo le torte eccessive, alte, piene di roba. E non amo nemmeno il cioccolato. Alla fine mi sembrano tutte troppo pesanti.
    Ma questa è diversa.
    Si capisce dalle foto, che emanano freschezza. Si immagina il profumo del rosmarino.
    Appena l’ho vista ho desiderato mangiarne una fetta.
    Complimenti, davvero indovinata. Una naked cake fresca, moderna e italianissima nell’anima.

    7 settembre 2016 at 9:54
  • Veramente particolare, mi incuriosisce molto l’abbinamento di sapori.. Non è che te ne è avanzata una fettina?!?!?! ;P

    7 settembre 2016 at 12:22
  • ma come si fa a preparare una bontà del genere?
    Rustica, ci sei riuscuta in pieno, ma anche con prodotti di staggione, che aprezzo non sai come! Per di piu abbinati perfettamente e con una manualita nell’assemblaggio da invidiare!!!
    ci state facendo sognare!!!!

    7 settembre 2016 at 14:10
  • Fetta perfetta, abbinamenti azzeccati ed ambientazione rustic-chic: in una sola parola, adoro!

    12 settembre 2016 at 8:39
  • Ho visto la tua torta e sono rimasta molto colpita, non solo dalla bellezza dell’estetica, ma anche dall’inusuale accostamento, che sono subito andata a provare!!! All’MTC, si impara qualcosa da tutti!!! Grazie e complimenti!!!

    12 settembre 2016 at 13:21
  • L’abbinamento degli ingredienti è molto invitante, l’estetica è raffinatissima, nella sua veste country, la tecnica è perfetta. Tutto fantastico!

    12 settembre 2016 at 16:33

Post a Comment